Il mercato del Catania, divisi solo i Tifosi

Stiamo per abbandonare Luglio ed abbracciare finalmente Agosto, mese che ci avvicinerà sempre più prepotentemente al nuovo campionato di Serie A; con Luglio se ne va anche una buona fetta di ritiro estivo e con esso l’interminabile sessione estiva del calciomercato, quest’anno più che mai un rebus per i tifosi del Catania.

Si sa, con l’avvento del calciomercato la gente indossa i panni del direttore sportivo o dell’allenatore, cercando di immaginare la nuova formazione della propria squadra del cuore ed ipotizzando i possibili acquisti per rafforzare la suddetta squadra. Quest’anno per il Catania il calciomercato è stato dominato da parole, da sogni ed indiscrezioni: nessun fatto fino ad ora, o acquisto ufficializzato per intenderci. Ad emergere sulla più che pacata scena del calciomercato è sicuramente la cessione di Jorge Martinez alla Juventus. Poi il nulla, o quasi, poichè forse il Catania ufficializzerà a breve il primo colpo, quell’ Alejandro Dario Gomez che potrebbe regalare alla squadra una maggiore qualità nel reparto offensivo. Eppure, nonostante questo clima di silenzio generale, i pareri sul mercato rossazzurro sembrano essere positivi, a detta degli esperti.

Se consideriamo infatti il pagellone stilato da Andrea Losapio di Tuttomercatoweb, vedremo che il Catania ha ottenuto un sette come voto parziale, tra i più alti di questa sessione estiva di calciomercato. Losapio commenta così il calciomercato parziale dei rossazzurri: “Piazza Jorge Martinez a 14 milioni di euro, grandissima plusvalenza, e Dica in Turchia (non tutte le ciambelle escono con il buco) con una leggera minusvalenza. Primo colpo battuto proprio oggi, con Alejandro Gomez, recupererà Barrientos – e potrebbe anche trovare in casa il sostituto di Martinez – e trattiene Biagianti e Maxi Lopez. Ambizioni d’Europa. Lo Monaco marchio di garanzia assoluta.”.

Si parlava di Gomez poc’anzi ed è inevitabile pensare ad un Catania sempre più Argentino: a tal proposito Gianluca Di Marzio, commentando la scelta delle società italiane che puntano ormai con insistenza sugli argentini, celebra di fatto Pietro Lo Monaco: “Il re invece è Pietro Lo Monaco che in Sudamerica scrive da oramai cinque anni le fortune del Catania. Il primo fu Izco comprato per 40 mila euro dal Tigre una squadra di serie B Argentina, l’ultimo lo scorso anno Maxi Lopez, autore di 11 gol in 17 presenze. E adesso blindato nonostante il mal di pancia.”. Anche per Di Marzio dunque il Catania, bloccando il suo più grande gioiello, Maxi Lopez, ha già fatto un buon mercato.

Se i pareri degli esperti di mercato sembrano essere positivi sul Catania, appaiono contrastanti invece le opinioni dei tifosi rossazzurri a poco più di un mese dalla fine del calciomercato: analizziamo pertanto alcune e-mail pervenute dai nostri tifosi che hanno detto la loro nell’ormai popolare spazio “L’Opinione Rossazzurra”.

Non tutti sembrano favorevoli alle scelte del duo Pulvirenti-Lo Monaco: scrive così Antonio CT: “Sono grato alla società P.&LM. ma in altrettanto modo non gradisco le prese in giro.. Si erano promessi 5 acquisti: (2 argentini, 2 brasiliani di cui uno Martinho e l’altro ci doveva far solbalzare) ed un italiano; che anche per i nuovi abbonati ci sarebbero stati degli sconti.. Ed invece?”. Della stessa lunghezza d’onda Almaran: “Si e’ parlato di recente da parte della Societa’ di “alzare l’asticella Uefa in cinque anni. Ma non ho visto alcun acquisto stellare da far sobbalzare dalla sedia i tifosi, mentre di contro vedo solo aria di smobilitazione:dopo Moretti,Martinez e Biagianti sara’ la volta di maxi Lopez, Ricchiuti, Antenucci e tanti altri che andranno via”.

In un certo senso gran parte del mercato rossazzurro è stato legato alla possibile cessione di Marco Biagianti al Palermo: sono state infatti molteplici le opinioni da parte dei tifosi rossazzurri. C’è chi critica la società Rosanero come Daniele: “Complesso dell’erba del vicino?quello che li spinse a prendere Caserta e Zenga,a desiderare Vargas e Martinez,e ora il NOSTRO Biagio. Quello che ha convertito la politica dei “nomi” a quella del “lancio dei giocatori”,il mercato Italiano in quello sudamericano…i nostri cugini seguono passo passo le orme tracciate dal direttore…ma per Marco prevedo un futuro più roseo che rosella,e se la storia insegna…”, chi invece era fermamente contrario a tale trasferimento, come peppe58: “Lettera di un tifoso:Nell’era della tecnologia evoluta,nell’era della frenesia,nell’era della corsa ai soldi,nell’era del voglio tutto, chissà se è rimasto un pò di spazio per un pò di sentimento.Biagianti non andare al Palermo(solo per rivalità sportiva).”, o Giancarlo D’Urso: “Il 16 maggio 2010 ti ho visto piangere come un bambino alla fine della partita, tutto lo stadio invocava il tuo nome e qualcuno ( me compreso ) ha anche pianto, perchè ha capito il tuo affetto x noi e la ns maglia. Se devi andare via, non andare a Palermo perchè quelle se no resteranno solo lacrime finte.”.

Qualche tifoso invece sarebbe stato d’accordo sulla scelta di cedere Biagianti per una buona cifra, come Lucio: “Per 6 o 7 millioni di euro è giusto lasciare andare il ragazzo. Non mi interessa se al Palermo. Entro 5 anni in Europa, lo ha detto nino e io ci credo. Programmazione e Risultati, sono le uniche cose in cui credo”.

Abbandonata, e sfumata la trattativa Biagianti, qualche tifoso cerca di dare indicazioni per il mercato rossazzurro. Salvo scrive: “Basta attaccanti servono difensori, due terzini che crossano bene la palla al centro per Maxi, attaccanti ne abbiamo anche troppi adesso dobbiamo sistemare la difesa.”. Tanti tifosi invece ostentano ancora fiducia nella società e predicano a chi si lascia andare da possibili e frettolose critiche, di aspettare. Pippo ro Canalicchiu scrive: “Sento e leggo di tanti “tifosi” ca si pottunu a testa per gli abbonamenti alti e per i giocatori non acquistati. Dovete sempre rovinare tutto eh? Dobbiamo fare come l’anno scorso? Ancora mancu a prima pattita ci vistumu e già mittiti i manu davanti. DOBBIAMO ASPETTARE ED AVERE FIDUCIA!”.

C’è invece chi si accontenta, come analizzato prima con le parole di Di Marzio e Lapillo, del mercato rossazzurro. Salvatore scrive: “è un mercato povero e scialbo.Il Catania si inserisce in questo contesto,con una propria forza,che non deve essere obbligatoriamente ,quella di fare acquisti folli. ma ,secondo me, quella di aver ceduto solo un giocatore e di lasciare le fondamenta della squadra al proprio posto”. Anche Saretto pensa che il Catania possa andar bene anche così: “a mio avviso abbiamo una buonissima squadra e con 2-3 elementi giusti siamo ok.fiducia.”.

I pareri su questo mercato rossazzurro sono sempre più diversi ma nonostante ciò tutti i tifosi rossazzurri sono pronti a sostenere la squadra ed a spingerla verso la vittoria.
[Roberto Finocchiaro – Fonte: www.mondocatania.com]