Il punto sulla B. Torino in fuga

247 0

Firenze – Nel turno infrasettimanale della serie B due sono le notizie rilevanti, quella che il Torino dopo due anni torna solitario in vetta alla classifica e la prima sconfitta stagionale del Padova. In questo ottavo turno giocato di sera, sono state segnate 22 reti, assegnati tre calci di rigore; in testa alla classifica dei cannonieri troviamo Cocco e Tavano. Nell’anticipo il Varese con le reti di Carrozza e Pucino ha vinto a Vicenza, ed è stato il nuovo allenatore Maran ex del Vicenza a rilanciare la squadra lombarda. Il Vicenza ha disputato ancora una volta una partita sottotono e la sconfitta è costata l’esonero dell’allenatore Baldini; al suo posto è stato chiamato Cagni.

In una partita poco esaltante, senza ritmo e con pochi tiri in porta, al Torino è bastata un’autorete di Iorio per battere il Grosseto e conquistare la vetta della classifica. Una punizione troppo severa per i maremmani, che avevano controllato molto bene la partita. Con questa sconfitta il Grosseto perde l’imbattibilità stagionale. Abbiamo assistito ad un pareggio molto emozionante in una partita equilibrata tra Brescia e Gubbio. Rondinelle costrette per due volte a rimontare lo svantaggio con le rete di Scaglia e Salamon, hanno accusato qualche difficoltà in difesa, ma non hanno mai mollato e con il pareggio mantengono ancora l’imbattibilità. Il Gubbio ha giocato un’ottima partita, si è difeso con ordine ed ha conquistato uno strameritato pareggio. Per gli eugubini un punto che vale oro e le reti segnate da Cottafava e Bazzoffia, forse, hanno salvato la panchina di Pecchia.

Si è fermato il Padova, battuto a Bergamo dall’Albinoleffe, i seriani hanno compiuto l’impresa di battere i padovani con una rete di Cocco, conquistando tre punti importantissimi e per la prima volta non hanno subito reti. Sassuolo e Pescara hanno pareggiato una partita molto viva e combattuta. Gli emiliani, in vantaggio con Marchi, sono stati raggiunti nel finale, risultato che impedisce di raggiunger il secondo posto. Un risultato giusto e meritato per gli abruzzesi, che a Modena hanno giocato bene e hanno pareggiato la prima partita di questa stagione con un’autorete di Masucci, ottenendo un bel punto su un campo difficile come il Braglia. Finisce in parità anche Verona e Sampdoria. Doriani in difficoltà hanno disputato un’altra partita sottotono, ma sono riusciti a passare in vantaggio con un rigore dubbio segnato da Pozzi. Il Verona invece ha disputato una bella partita, giocando bene con tanto carattere, ottenendo con la rete di Gomez il quarto risultato utile consecutivo.

Il Crotone ha perso in casa con il Bari, subendo la quarta sconfitta stagionale; i pitagorici, privi di gioco, stanno attraversando un momento difficile e Menechini deve stare molto attento. Vittoria importante per il Bari, che con la rete di Dos Santos ha conquistato la terza vittoria consecutiva, la squadra pugliese sta ritrovando la giusta determinazione, portandosi in zona play off, mentre sembra che il presidente stia prendendo le distanze dai galletti. Altra battuta d’arresto per la Reggina, che era passata in vantaggio sul campo dell’Ascoli con un’autorete di Peccarisi, ha sbagliato il raddoppio in diverse occasione, ma in pieno recupero un errore clamoroso dell’arbitro ha impedito di vincere, concedendo un rigore ai marchigiani. L’Ascoli priva di idee e di gioco ha sciupato l’impossibile per pareggiare, ma in piena zona cesarini ha raggiunto i calabresi con un calcio di rigore di Papa Waigo.

Sfida inedita e divertente nel derby campano tra Nocerina e Juve Stabbia, in una partita divertente ed emozionante dove sono state segnate tante reti. La Nocerina per il secondo anno consecutivo perde in casa con la Juve Stabbia, che con questa vittoria ottiene il terzo successo consecutivo. Finisce 0 a 0 il derby toscano tra Livorno ed Empoli, una partita scialba priva di emozioni. Padroni di casa più determinati nella ripresa quando, nel finale con una pressione asfissiante, hanno messo in difficoltà l’Empoli. Per gli azzurri di Pillon un buon punto quello conquistato al Picchi, che li solleva da un periodo delicato e che farà morale per il prosieguo del campionato. Dopo due sconfitte consecutive il Cittadella torna a vincere e con le reti di Maah e Vitofrancesco, battendo il Modena, allontanandosi dai bassifondi della classifica. Un Modena in crisi, spento rinunciatario e privo di gioco subisce l’ennesima sconfitta in trasferta ed ora il tecnico Bergodi rischia la panchina.

[Cesare Monteleone – Fonte: www.amaranta.it]