Insigne: “Mi lusingano le parole di De Laurentiis”

L’attaccante Lorenzo Insigne ha rilasciato un’intervista al quotidiano La Repubblica. Il calciatore – in prestito al Pescara, ma di proprietà del Napoli – ha chiarito le sue idee sul futuro.

Tutta questa considerazione la spaventa?
“Assolutamente no. È uno stimolo a fare ancora meglio. Mi impegnerò ogni giorno di più”.

De Laurentiis la considera già pronto per il grande salto.
“Le parole del presidente mi lusingano davvero tanto”.

Allora tornerà in azzurro?
“Decideremo al momento opportuno. Ne parlerò pure con Paolo Cannavaro che mi darà il consiglio giusto. Posso soltanto dire che il mio desiderio è giocare con continuità anche la prossima stagione e vivere un’altra annata da protagonista”.

Così convince definitivamente Prandelli.
“È un vanto ed un orgoglio essere seguito dal ct”.

Pescara, fucina di talenti.
“Io, Verratti, Immobile e Capuano ci siamo fatti valere anche nell’Under 21”.

Ripercorriamo l’album dei ricordi. Il momento decisivo?
“La vittoria 6-0 con il Padova: abbiamo capito che potevamo farcela”.

E quello più brutto?
“La scomparsa di Franco Mancini. Ero molto legato a lui”.

Un gol da ricordare…
“Il primo a Bari. Dribbling quasi sulla linea di fondo e destro vincente”.

Da chi ruba il ‘mestiere’?
“Provo e riprovo in allenamento i tiri dalla Del Piero”.

Le piacerebbe giocare con suo fratello Roberto?
“Sarebbe una bella coppia d’attacco”.

[Redazione Tutto Napoli – Fonte: www.tuttonapoli.net]