Lazio – Milan 1-2: vittoria in rimonta dei rossoneri

2708

Lazio Milan cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Lazio – Milan del 24 aprile 2022 in diretta: un gol di Tonali in pieno recupero regala tre punti d’oro alla squadra di Pioli e la riportano in testa alla classifica. Di Immobile e Giroud le altre reti

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO FINALE: LAZIO - MILAN 1-1

La redazione di calciomagazine.net ringrazia per l'attenzione e dà appuntamento ai prossimi live. Buon proseguimento di serata a tutti!

SECONDO TEMPO

52' all'Olimpico finisce qui! Il Milan vince in rimonta graie al gol reealizzato da Tonali nel recupero.

49 arriva il cartellino giallo per Tonali per un fallo

47' VANTAGGIO MILAN!!!! Errore difensivo della Laaio, recupero di Rebic che mette una palla morbida in mezzo, assit di Ibra per Tonali che mette la palla in rete!!!!

44' saranno cinque i minuti di recupero

44' deviazione in corner di un tiro di Ibra. Sugli sviluppi del corner la conclusione dalla distanza di Theo Hernandez non inquadra lo specchio della porta

41' nel Milan dentro Saelemaekers al posto di Leao

40' ammonito Ibrahimovic per aver commesso un fallo per non far partire la Lazio

39' sinistro di Rebic! gran parata di Strakosha!

38' OCCASIONE MILAN!!! violenta conclusione di Leao! Strakosha devia in angolo, sugli sviluppi del quale Hjsay allontana la palla. C'era Ibrahimovic in fuorigioco

36' ammonito Kalulu per un fallo ai danni di Immobile

34' nella Lazio dentro Hjsay al posto di Lazzari e Patric al posto di Luiz Felipe

33' cross dentro per Calabria , palla troppo lunga

31' intervento irregolare di Felipe Anderson ai danni di Leao. Puniione per la Lazio da posizione interessante: Messias mette la palla in mezzo, Maignan la respinge coi pugni

30' superata la mezz'ora di gioco del secondo tempo: ritmi altissimi

29' palla di Milinkovic Savic deviata, Maignan può raccoglierla senza problemi

27' ammonito Cataldi per un fallo tecnico

23' nel Milan dentro Krunic e fuori Messias

22' conclusione dalla distanza di Milinkovic Savic! Palla altissima sopra la traversa

20' doppio cambio nel Milan: dentro Rebic e Ibrahimovic e fuori Diaz e Giroud

18' cambio ancora nella Lazio: dentro Marusic e fuori Radu

16' OCCASIONE MILAN! Messias mette la palla a giro sul secondo palo ma questa esce di un soffio!

14' doppio cambio nella Lazio: fuori Leiva e Luis Alberto  e dentro Basic e Cataldi

18' sugli sviluppi del clacio d'angolo Diaz colpisce il palo!

16' verticalizzazione di Diaz per Messias, grandissima chiusura in diagonale di Zaccagni! Pala in corner

16' Theo prova a mettere la palla in mezzo per Giroud, che però non é pronto a deviarla in porta. L'azione sarebbe stata comunque annullata per fuorigioco

15' Leao prova una conclusione a sorpresa dala distanza, palla lontana dalla porta!

12' Messias batte una punizione forte sul secondo palo, Acerbi anticipa Tomori.

9' Tomori chiude in velocità su Lazzari,

7' cartellino giallo per Leiva per un fallo su Lazzari

6' intervento irregolare su Lazzari

4' PAREGGIO MILAN!!! Straordinario lavoro di Leao che si sinistro mette la palla in mezzo per Giroud, il quale non perdona Strakosha!

3' palla morbida messa in mezzo da Messias e allontanata da Milinkovic Savic

3' gioco fermo perché sono rimasti a terra Zaccagni e Calabria

1 si riparte! senza cambi in nessuna delle due squadre

le squadre tornano in campo

PRIMO TEMPO

47' finisce qui il primo tempo. Squadre negli spogliatoi con la Lazio in vantaggio grazie a un gol di Immobile

46' ancora un corner ma anche questa volta la palla viene allontanata dalla difesa biancoceleste

44' cross di Leao deviato in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner, c'é il cross di Tonali ma la palla viene allontanata

43' saranno due i minuti di recupero

42' intervento falloso di Milinkovic Savic ai danni di Brahim Diaz. Punizione battuta direttamente in porta da Tho Hernandez! Strakosha non si fa trovare impreparato!

40' il cross di Felipe Anderson viene intercettato da Tomori

38' per l'arbitro é tutto regolare e la decisione viene confermata dal Var

37' Acerbi salva in corner un tiro di Tonali! Sugli sviluppi de calcio d'angolo  rossoneri lamentano un tocco di mano in area di Luis Alberto

35' Milinkovic Savic furoi dal campo per farsi medicare. Lazio momentaneamente in dieci uomini

34' conclusione di Luis Alberto, palla respinta da Tomori!

32' Immobile di tacco cerca Zaccagni ma c'é l'intervento di Tomori

31' Leao si accentra, prova la conclusione con un destro abbastanza forte ma trova Strakosha che fa sua la palla!

29' avanzata di Lazzari che alla fine, comprensibilmente stanco, colpisce male la palla e la spedisce sul fondo

29' Strakosha interviene in due tempi su una conclusione di Kessie!

28' conclusione di Leao! Palla che colpisce l'esterno della rete!

27' fallo di Felipe Anderson su Theo Hernandez

26' ammonito Tomori per un intervento falloso su Immobile

24' deviazione in corner di un tiro di Leao. Sugli sviluppi del calcio d'angolo Leiva concede un nuovo corner al Milan che stavolta si conclude con un fallo in attacco di Kalulu su Immobile

23' conclusione di Zaccagni! Risponde Maignan!

22' palla perfetta di Felipe Anderson per Immobile che viene anticipato in extremis da Maignan!

20' ancora un fallo di Calabria su Leiva. Punizione per la Lazio da buona posizione: sugli sviluppi dell'azione Kessie allontana la palla di testa

20' fallo di Kessie ai danni di Lazzari

19' intervento falloso di Calabria ai danni di Zaccagni

18' Leiva trova un corridoio buono per Immobile che però non riesce a tenere la palla in campo

16' colpo di testa di Giroud a pochi passi dalla porta! Palla a lato di pochissimo!

14' Messias serve Brahim Diaz che non controllaa bene in area, arriva Leao che cerca di servire Theo Hernandez: Cross respinto da Lazzari.

13' colpo di tacco di Leao  per Diaz, chiusura di Luiz Felipe 

10' lancio lungo di Luis Alberto per Zaccagni, Maignan blocca in uscita! L'azione che sarebbe comunque annullata per fuorigioco.

8' la punizione battuta col destro da Tonali viene nurata dalla barriera biancoceleste

7' ammonito Strakosha

7' Messias bravissimo a leggere un passaggio all'indietro per Strakosha, che tocca la palla di mano fuori dall'area 

6' rimessa laterale per la Lazio, che é partita fortissimo

5' cross di Lazzari per Milinkovic Savic ma la palla esce fuori. Si riparte con una rimessa dal fondo

4' VANTAGGIO LAZIO!!!  Errore difensivo di Kaluli. Assist di Milinkovic Savic e di testa Immobile mette la palla alle spalle di Maignan

3' apertura per Lazzari che viene anticipato da Tho Hernandez

3' retropassaggio per Strakosha

2' gioco fermo per un fallo ai danni di Felipe Anderson

1' Milinkovic Savic prova la prima incursione ma viene chiuso. Tomori tenta una ripartenza ma sbaglia nel verticalizzare

l' partiti! Primo pallone battuto dal Milan

le squadre fanno il loro ingresso in campo

Un cordiale buonasera a tutti i lettori collegati per vivere insieme alla redazione di calciomagazine.net ogni emozione di Lazio-Milan

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari (dal 34' st Hjsay), Patric (dal 34' st Lui Felipe), Acerbi, Radu (dal 17' st Marusic); Milinković-Savic, Lucas Leiva (dal 14' st Basic), Luis Alberto (dal 14' st Cataldi); Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. A disposizione: Adamonis, Reina; Hysaj, Kamenović, Luiz Felipe; Akpa-Akpro, Romero; Cabral, Moro. Allenatore: Sarri.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernández; Tonali, Kessie; Messias (dal 23' st Krunic), Díaz (dal 20' st Rebic), Leão (dal 41' st Saelemaekers); Giroud (dal 20' st Ibrahimovic). A disposizione: Mirante, Tătărușanu; Ballo-Touré, Gabbia, Romagnoli; Bakayoko, Castillejo, Krunić, Saelemaekers; Ibrahimović, Lazetić, Rebić. Allenatore: Pioli.

Reti: al. al 4' Immobile, al 5' st Giroud, aò 45 2' st Tonali

Ammonizioni: Maignan, Tomori, Lucas Leiva, Cataldi, Kalulu, Ibrahimovic, Tonali

Recupero: 2' nel primo tempo e 5' nella ripresa

Le dichiarazioni di Pioli alla vigilia

Siamo assolutamente consapevoli del percorso che stiamo facendo e del momento che stiamo vivendo, il più elettrizzante ed entusiasmante che potremmo vivere. Siamo in lotta per lo Scudetto a cinque giornate dalla fine, concentrati e motivati sulla partita di domani. In tutti noi c’è quel qualcosa in più di emozione, di voglia che ti porta oltre i tuoi limiti per raggiungere qualcosa che a inizio anno sembrava impossibile. Serve sempre avere il cuore caldo e la testa molto fredda. I tifosi sono i migliori, hanno già vinto. Ci coccolano, ci motivano, ci stimolano. La loro passione ci dà energia, averli domani in quantità così numerose non può che darci spinta. Bennacer è in grande crescita, credo abbia ancora dei margini di miglioramento in entrambe le fasi di gioco. Lui sta lavorando tanto per essere sempre migliore nella lettura delle situazioni. Domani purtroppo non sarà disponibile, non è riuscito a recuperare dalla distorsione alla caviglia accusata nel Derby. Ibrahimovic è il faro di questa squadra, la sua forza di volontà è indomabile. Ciò che sta facendo per cercare di essere disponibile è eccezionale, si è allenato bene ieri e oggi e domani partirà con noi come anche Rebić. Non c’è nessun caso relativo a lui: Ante soffre di una tendinite cronica nel ginocchio e ha accusato un riacutizzarsi del problema nel pre-partita martedì. Per fortuna sono stati sufficienti due giorni di cure per riaverlo in gruppo. Affrontare una squadra di Sarri significa sfidare un avversario che difende aggredendo in avanti, che cerca di mettere qualità nel gioco. Mi aspetto una squadra che cercherà di palleggiare bene, ad esempio per servire Immobile nel migliore dei modi. È una squadra dal potenziale offensivo importante e ben allenata, dovremo mettere in campo una prestazione di qualità alta. Palleggiando bene potremmo trovare spazi importanti, ma dovremo tenere conto che loro si sanno difendere bene. Non conterà niente quello che abbiamo fatto fino a un minuto fa, siamo concentrati su quanto dovremo fare domani sera. Abbiamo segnato meno di quanto avremmo potuto: i nostri indici di pericolosità sono stati sempre molto alti, l’efficacia meno. Non va comunque dimenticato che siamo primi, o secondi, in classifica e che nel girone di ritorno insieme alla Juventus siamo la squadra che ha fatto più punti. Vogliamo rimanere lì fino alla fine. Perdere il Derby ci ha deluso, non siamo stati bravi negli episodi decisivi della partita. Ma parliamo di un’altra competizione e di un risultato che non deve distogliere la nostra attenzione dalle ultime giornate. Più passa il tempo, più si avvicina l’ultima giornata, più ogni risultato conterà tanto nell’economia della nostra stagione. Non è tanto importante capire se siamo delusi o se ci siamo ripresi, l’importante è la partita di domani. Non dimentichiamo due cose che per noi sono chiare: noi stiamo rendendo ad alti livelli, le nostre prestazioni hanno valore. Vogliamo provare a stare lì fino alla fine, vincendo le ultime partite, a partire da quella di domani. Credo che dipenderà molto da noi se sarà una salita dalle pendenze difficili o pedalabile. Dipenderà dal nostro approccio, dal nostro gioco di squadra. In passato abbiamo superato certe sfide, e questo ci deve dare consapevolezza per affrontare al meglio la partita di domani”.

Le dichiarazioni di Sarri alla vigilia

“Il Milan è una squadra forte e prende pochi gol. In due partite loro hanno vinto agevolmente. Stiamo cercando di assottigliare la distanza tra noi e loro. La nostra squadra sta crescendo, diamo segnalo di crescita importanti. Con il Torino non era facile e abbiamo sbagliato l’approccio. Se si vedono i risultati che hanno maturato il pareggio con noi ci sta. Mi aspetto una partita diversa dalle altre, vorrei evitare di rovinare la gara. Speriamo di vedere una gara diversa, pur riconoscendo la forza dell’avversario. La settimana è stata difficilissima viste le situazioni di alcuni assenti. Abbiamo avuto alcuni giocatori influenzati, vediamo se riusciamo a recuperare qualcuno e se in queste poche ore che ci mancano riusciamo a mettere il focus giusto sulla gara. Per la lotta in Europa si giocherà tutto punto a punto. Io non mi faccio condizionare dal finale cdi stagione su quello che sarà il futuro. Mi faccio condizionare dalle parole del presidente. Nel calcio i contratti non servono a nulla per quanto riguardano gli allenatori. Conta la sintonia con l’ambiente e la squadra. È l’ultima cosa che mi interessa il contratto. Perdere punti ora è emblematico, abbiamo cinque partite in cui dobbiamo raccogliere il massimo possibile. Non penso che la protesta possa condizionare la squadra, potrebbe accadere solo in caso di mancanza totale di sostengo. Del resto non parliamo, che siano o pochi ci sostengono sempre i tifosi. Per noi il pubblico è determinante e ci piacerebbe essere sostenuti per tutta la partita. Milinkovic sembra stare meglio rispetto a quelli che si erano influenzati. Fino a domani pomeriggio non avremo idea su chi far giocare. A noi manca il passo per diventare una squadra forte, ma è un problema decennale. Dobbiamo crescere e migliorare. Le squadre che lottano per le posizioni alte sono tante e vogliamo crescere nella speranza di farcela. Per me sarebbe più preoccupante arrivare quinti avendo la sensazione di non aver costruito nulla piuttosto che arrivare ottavi ma riuscendo a costruire qualcosa per il futuro. La classifica per ora è irrilevante. Non penso che per Zaccagni sia cambiato nulla. Fa parte della stagione il modo in cui si rende. È un qualcosa di normale che ci siano degli alti e bassi e diversi picchi di resa”.

L’arbitro

Il match sarà diretto dall’arbitro Marco Guida della sezione di Torre Annunziata, coadiuvato dagli assistenti Meli e Peretti. Quarto uomo ufficiale sarà Piccinini. Al V.A.R. Orsato mentre l’assistente V.A.R. sarà Zufferli.

La presentazione del match

I biancocelesti vengono dal pareggio casalingo per 1-1 contro il Torino e sono sesti, a pari merito con la Fiorentina, con 56 punti, frutto di sedici partite vinte, otto pareggiate e nove perse con sessantacinque reti realizzate e quarantotto incassate. Il bilancio delle ultime cinque sfide é di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta con otto gol fatti e sette subiti. Di fronte troveranno i rossoneri, I rossoneri, che la scorsa settimana, dopo due pareggi a reti bianche di fila, sono tornati al successo contro il Genoa grazie alle reti di Rebic e Leao e sono primi con 71 punti, con un cammino di ventun partite vinte, otto pareggiate e quattro sconfitte e con cinquantotto reti realizzate e ventinove incassate. Nelle ultime cinque sfide hanno vinto tre volte e pareggiato due, siglando tre reti e incassandone una.  Martedì sono stati eliminati dalla Coppa Italia dopo aver perso 3-0 contro l’Inter. Sono centottantacinque i precedenti tra le due compagini con il bilancio di trentanove vittorie della Lazio, sessantaquattro pareggi e ottantadue affermazioni per il Milan. All’andata, lo scorso 12 settembre, finì 2-0 per i rossoneri grazie ai gol di Leao e Ibrahimovic. A febbraio invece, in Coppa Italia, la squadra di Pioli si impose con un secco 4-0.

QUI LAZIO – Sarri dovrebbe affidarsi al consueto modulo 4-3-3, con Strakosha tra i pali e con Luiz Felipe e Acerbi al centro della difesa e Lazzari e Hjsay sulle fasce. A centrocampo Milinkovic-Savic, Leiva e Luis Alberto, alle spalle del tridente d’attacco composto da Felipe Anderson, Immobile e Zaccagni.

QUI MILAN – Pioli dovrà rinunciare al lungodegente Kjaer, a Ibrahimovic e Florenzi. Confermato il tradizionale modulo 4-2-3-1 con Maignan in porta e difesa composta dalla coppia centrale Tomori-Kalulu e ai lati da Theo Hernandez e Calabria. In mediana Tonali eBennacer. Sulla trequarti Saelemaekers, Kessie e Leao di supporto all’unica punta Giroud.

Le probabili formazioni di Lazio – Milan

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. Allenatore: Sarri.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Saelemaekers, Kessié, Rafael Leao; Giroud. Allenatore: Pioli.

Curiosità

Rafael Leão potrebbe diventare il quinto portoghese ad andare in doppia cifra in un singolo campionato di Serie A dopo Cristiano Ronaldo, Rui Barros, Rui Costa e Beto. Tra questi, però, sarebbe l’unico a riuscirci prima di compiere 23 anni. E dopo aver trovato il gol contro il Genoa, Leão potrebbe segnare in due presenze di fila in Serie A per la prima volta dallo scorso settembre, quando la seconda marcatura arrivò proprio contro la Lazio. Tra i quindici difensori che hanno recuperato almeno 80 palloni dall’inizio del 2022 ad oggi in Serie A, solamente Chiriches (923 minuti, 83 recuperi) ha fatto meglio di Pierre Kalulu (991 minuti, 81 recuperi). Ante Rebić ha partecipato a quattro gol in cinque sfide contro la Lazio in Serie A, includendo due assist all’andata

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Lazio – Milan, valido per la trentaquattresima giornata del campionato di calcio di Serie A 2021/2022, verrà trasmesso in diretta su DAZN. Sarà visibile per i suoi utenti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e, sempre grazie all’applicazione, su tutti i televisori collegati ad una console PlayStation 4/5 o Xbox (One, One S, One X, Series X, Series S), al TIMVISION BOX oppure ad un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV Stick.