Mazzarri: “Mi aspetto una bella partita, possiamo mettere in difficolà la Roma”

Partita a scacchi con Zeman? “Non è mai un confronto tra allenatori, ma tra giocatori. Sapete come la penso, ci sono situazioni, rose e tante cose diverse per fare confronti. Mi aspetto una bella partita”

Crescita di Inler? “Se il Siena non ha fatto un tiro a porta è stato anche per merito del filtro fatto a centrocampo, con Behrami e Donadel che hanno giocato bene in fase difensiva. Poi di certo in fase di costruzione qualcosa abbiamo perso, ma per prima cosa volevo non subire gol. Quella partita è stata importante perchè venivamo da alcuni risultati negativi, serviva una risposta. E’ chiaro che Inler è un giocatore importante e quando sta bene ci dà una grossa mano”

Maggio sta migliorando, che compito avrà domani?Sa benissimo cosa deve fare domani. E’ una vita che è con me, è uno dei più esperti e conosce bene il mio modo di pensare. Contrapposizione con Balzaretti? Si, ma non solo, avrà una serie di compiti da svolgere. Sta bene, mi fa piacere che abbia fatto gol a Siena. Uno come lui non doveva essere messo in discussione, ha dato tanto al Napoli. Se ha giocato un po’ al di sotto dei suoi livelli non è certo perchè lo voleva, ci sta nell’ambito di una stagione avere un momento così. Dispiace che sia stato criticato e di alcuni episodi fuori dal campo”

Grava e Cannavaro?Sono due ragazzi eccezionali. Gianluca poteva svolgere il ruolo di Aronica, nel subentrare all’occorrenza quando ce ne fosse stato bisogno. Aronica ha ricevuto una proposta per lui importante e Grava l’avevo visto più voglioso, forse Aronica si aspettava di giocare da titolare e non era più motivatissimo. Spero che gli tolgano la squalifica il prima possibile. Noi però dobbiamo pensare alla Roma, mi aspetto di vedere giocatori motivatissimi da tutte queste situazioni”

Campagnaro in scadenza: “Sono fatto a modo mio: basta che ci sia il contratto, al di là del rinnovo. E’ pagato dalla società fino a giugno poi si vedrà. E’ un professionista serissimo, gli ho parlato più di una volta e mi ha sempre detto che fin quando sarà a Napoli darà il massimo. Domani giocherà. All’estero è qualcosa di scontato, noi vediamo sempre sospetti invece. Difesa a quattro contro il tridente giallorosso? Noi abbiamo dei meccanismi ormai consolidati, non cambieremo. Se gli avversari giocano col tridente scaliamo in modo diverso, ma di certo non lo spiego in conferenza perchè non bisogna dare vantaggi agli avversari”

“Zeman? Io ho i miei concetti, sono curioso di capire se i miei giocatori hanno compreso cosa fare contro la Roma, perchè so che possiamo metterla in difficoltà”.

“Gamberini, Britos e Campagnaro hanno già dimostrato di poter giocare insieme, hanno una certa esperienza. Domani sono curioso di vedere come si comporteranno contro un attacco così forte come quello della Roma. Anche se ovviamente dobbiamo parlare sempre di fase difensiva, che comprende anche il centrocampo e gli esterni”.

 “Cosa mi aspetto dall’anno nuovo? Io guardo sempre la partita successiva, e alla fine si vede cosa succede. Ho sempre ragionato così e mi sono sempre trovato bene”

Mercato? Lasciamo perdere, noi allenatori dobbiamo allenare i giocatori che ci mettono a disposizione. Armero? Non è ancora un giocatore del Napoli, quando lo sarà dirò la mia. Il mercato di gennaio ha inciso sempre poco, soprattutto per le grandi squadre che lottano per il vertice. Serve anche quel pizzico di fortuna nel mettere il tassello giusto al posto giusto e puoi migliorare, ma non credo che questo possa fare la differenza per noi. Anche Zeman ha parlato di Messi e Ronaldo: se devi migliorare bisogna prendere un top player, e non credo che chi ce li ha a gennaio li vende”.

Boateng vittima di cori razzisti: “E’ un problema da debellare a livello mondiale. La cattiveria, le volgarità e le offese che si sentono negli stadi andrebbero assolutamente combattute. Bisognerebbe fare qualcosa di importante, ma non possiamo prendere noi allenatori o i giocatori certe decisioni. Servirebbe una giuria positamente costituita”

La Roma è una squadra fortissima, bisogna essere concentrati. So che ci sarà anche il pubblico delle grandi occasioni, mi fa piacere. A livello d’organico la Roma ha fatto grandi acquisti negli ultimi due anni, creando il giusto mix tra giovani forti e campioni già affermati. E’ un mix esplosivo, dobbiamo giocare al massimo per superare questa squadra”.

Insigne? “Ieri l’ho visto bene, devo fare delle scelte. Anche Pandev scalpita per giocare, oggi deciderò. Zeman ha detto che gli fa piacere che Insigne si stia affermando in una piazza come Napoli e in una categoria difficile come la serie A, parliamo comunque di un calciatore giovanissimo”

 “Ho la sensazione che la sosta abbia fatto bene alla squadra. Qualche giocatore che era più stanco ha avuto modo di riposare”

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]