Merlo a VN: ”Miha, attenzione a dare il ruolo giusto a Montolivo”

Nell’Italia uscita in modo clamoroso (e vergognoso) al primo turno del Mondiale, una delle note più positive – almeno per i 2/3 dell’avventura azzurra – è rappresentata da Riccardo Montolivo che – con qualità e quantità – non ha sfigurato nelle gare contro Paraguay e Nuova Zelanda. Violanews.com ha chiesto un parere di tutto questo all’ex centrocampista viola Claudio Merlo.

Iniziamo dall’ultima prestazione di Montolivo, quella più deludente contro la Slovacchia.

“Beh, però è stata tutta la squadra ad aver giocato male. Diciamo che si è adeguato, l’Italia non ha giocato una partita di calcio ed è incredibile. Merita l’eliminazione e questo non è certo colpa di Montolivo”.

Insieme a Gattuso e De Rossi non è riuscito a rendere, il problema è che Mihajlovic ha in testa lo stesso ruolo…

“Quando è un po’ defilato, Montolivo non riesce ad entrare nel vivo dell’azione. È identico a Pirlo secondo me, sono centrocampisti che devono costruire il gioco. Vedrete che Mihajlovic costruirà la squadra su di lui, è la certezza della Fiorentina”.

Un centrocampo a 3 composto da D’Agostino, Montolivo e…?

“Vargas, secondo me può fare quel ruolo. E non credo che se ne andrà, a 25 milioni non riusciranno a venderlo e – per meno – secondo me non conviene che lasci Firenze. Credo che la Fiorentina cambierà ben poco e questo è un bene”.

Chi consiglia come ulteriore acquisto?

“Giuseppe Rossi è un sogno, a livello di giocatori che potrebbero concretamente venire a Firenze mi piace molto Asahmoah: sa saltare l’uomo, è molto veloce. Serve un giocatore così alla Fiorentina”.

Sì, Mihajlovic vuole velocità nel gioco. E Zanetti-Bolatti non sono certo agili.
“Infatti credo proprio che lasceranno la Fiorentina”.

Infine non si può non chiedere un giudizio su Gilardino: cosa succede al bomber viola?

“Con l’Italia non si può giudicare perché le punte erano troppo isolate e mancava un fuoriclasse alla Cassano che potesse fare da collegamento tra il centrocampo e l’attacco. Mi preoccupano più gli ultimi mesi dello scorso campionato, l’ho visto in grande difficoltà. Speriamo si ripresa e sia di nuovo il bomber che conosciamo all’inizio della stagione”.

[Niccolò Gramigni – Fonte: www.violanews.com]