Napoli-Parma, probabili formazioni – Lavezzi e Gargano verso la panchina

Il Napoli deve provare a cancellare in fretta la delusione di Anfield per restare agganciato alle prime posizioni e invertire la tendenza casalinga che al momento è negativa. Mazzarri dovrebbe cambiare gran parte dell’undici titolare dopo la combattuta e intensa sfida di Liverpool che ha tolto tante energie agli azzurri. In difesa dovrebbero trovare spazio Grava e Cribari mentre a centrocampo Yebda dovrebbe trovare spazio al posto di Gargano, tra i più affaticati. Sugli esterni pronti Zuniga e Vitale (in vantaggio su Aronica). Sosa dovrebbe partire titolare dando un turno di riposo inizialmente Lavezzi (ma non è escluso che possa essere Cavani)

Parma deludente finora ma che venderà cara la pelle per risollevarsi dall’ultimo posto in classifica. Pasquale Marino deve rinunciare a Galloppa e Paloschi infortunati oltre a Dzemaili squalificato. Davanti a Mirante linea difensiva con Paletta e Lucarelli al centro, Zaccardo e Antonelli sugli esterni. A centrocampo Morrone, Candreva e Valiani. In attacco Giovinco e Marques in supporto all’unica punta Bojinov.

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, Cribari, Campagnaro; Zuniga, Yebda, Pazienza, Vitale; Sosa, Hamsik, Cavani. A disposizione: Iezzo, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Lavezzi, Dumitru. All. Mazzarri

PARMA (4-3-1-2): Mirante; Zaccardo, Lucarelli, Paletta, Antonelli; Morrone, Candreva, Valiani; Giovinco, Marques; Bojinov. A disposizione: Pavarini, Paci, Pisano, Dellafiore, Angelo, Gobbi, Crespo. All. Marino

ARBITRO: Mazzoleni

STATISTICHE – Il Napoli ha sempre segnato almeno un gol in ciascuna delle 9 partite disputate nella serie A 2010/11, per un totale di 15 reti all’attivo, unica tra le 20 formazioni a detenere questo primato. L’ultimo digiuno campano in campionato risale al 16 maggio scorso quando venne superato per 0-2 in casa della Sampdoria. Il Napoli è la squadra della serie A 2010/11 ad aver finora segnato il maggior numero di gol nel quarto d’ora finale di gara: dal 76′ al 90′, recuperi inclusi, sono stati 9 sui 15 totali (60% del totale). Le squadre allenate da Marino non hanno mai sconfitto il Napoli: lo score dei 5 precedenti ufficiali è di 3 pareggi e 2 successi campani. Pasquale Marino ha in novembre il mese dell’anno solare in cui le due squadre hanno, in sole gare di campionati professionistici, il miglior rendimento in termini di media-punti per gara: 1.69, frutto di 17 successi, 10 pareggi e 9 sconfitte, in 36 panchine.

In realtà Marino avrebbe una media migliore in giugno (2) ma in quel mese dell’anno non sempre si gioca il campionato. L’ultimo incontro ufficiale in cui il Parma ha segnato e subito gol risale al 17 ottobre scorso quando, in serie A, i gialloblù impattarono 1-1 in casa del Cesena: da allora sono trascorse le intere due partite di campionato pareggiate per 0-0 in casa contro Roma e Chievo. L’autore del gol gialloblù nel match di Cesena fu Zaccardo al 28′: da allora sono trascorsi 242′ di digiuno assoluto. L’autore della rete del Cesena fu Bogdani al 17′: da allora sono trascorsi 253′ di inviolabilità assoluta. Il Parma è la squadra della serie A contro cui è stato finora assegnato il maggior numero di rigori a sfavore: sono già 5 nei primi 9 turni disputati, tutti trasformati. Quella gialloblu è anche una delle 4 squadre della serie A 2010/11 ancora rimaste senza rigori a favore: le altre sono Cesena, Palermo e Roma. Il Parma, tra queste 4 squadre, è quella che aspetta da più tempo: l’ultimo fu concesso agli emiliani il 17 gennaio scorso, fallito da Amoruso nel match Parma-Udinese 0-0, 27 giornate fa.

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]