Speciale Euro League: Napoli, ecco le possibilità di essere testa di serie

Il Napoli ritenta l’avventura europea. Alla luce del sesto posto in campionato gli azzurri partiranno dal quarto e ultimo turno preliminare di Europa League (chiamato anche turno play-off) che quest’anno si giocherà il 19 e 26 agosto per poi accedere, in caso di passaggio del turno, nella classica fase a gironi.

Questa volta, però, il club azzurro con ogni probabilità potrà presentarsi al sorteggio di Nyon del 6 agosto da testa di serie. Il tabellone del turno play off sarà composto da 74 squadre che verranno divise in 37 teste di serie e 37 non teste di serie. Il Napoli, secondo l’analisi di Tutto Napoli.net, dovrebbe essere nel primo gruppo in virtù del suo coefficiente Uefa di 14.867 (il coeff. Uefa si costruisce tramite i risultati europei degli ultimi 5 anni e in base al ranking del paese di provenienza). Essere testa di serie permetterebbe agli azzurri di evitare le corazzate della competizione del primo gruppo (il Napoli l’ha già provato sulla propria pelle quando dall’urna delle teste di serie pescò il Benfica).

Al momento sono 25 le squadre già qualificate per il turno play-off. Tutto Napoli.net ha ipotizzato un tabellone completo del turno tenendo presente anche altre squadre, molte delle quali con coefficiente Uefa superiore al Napoli, che entreranno in tabellone dopo lo svolgimento del secondo e terzo turno preliminare (ad esempio in quest’ultimo saranno impegnate Juventus, Liverpool, Sporting Lisbona, Olympiakos, Stoccarda ecc.ecc che, da teste di serie, dovrebbero passare il turno senza problemi contro avversari ampiamente alla portata) e di quelle che, da non teste di serie, perderanno il terzo turno preliminare di Champions League e scenderanno proprio nel turno play-off tentando di limitare i danni qualificandosi almeno ai gironi di Europa League.

Il Napoli è 35esimo nella ricostruzione ipotetica, ma le partite dei turni precedenti sono tutte da giocare. Con un pò di fortuna nel terzo turno preliminare, con eliminazioni di squadre con coefficiente superiore a quello azzurro, il Napoli potrebbe scalare anche delle posizioni, mentre potrebbe perderne qualcuna (ma le possibilità sono minori considerando il minore numero di match) con la discesa nel play-off di Europa League di squadre con coefficiente superiore eliminate nel terzo turno preliminare di Champions. Le squadre, invece, impegnate nel quarto turno preliminare di Champions (come ad esempio la Sampdoria) in caso di eliminazione entrerebbero direttamente nella fase a gironi.

L’eventuale fase a gironi prevede la divisione delle 48 squadre al via in 4 gruppi (in base al coefficiente Uefa). Il sorteggio di una squadra da ogni gruppo formerà poi il girone. Il Napoli, con ogni certezza, sarà nell’ultimo gruppo e quindi avrà tre avversari dai primi tre gruppi per un girone sulla carta molto complicato.

[Antonio Gaito – Fonte: www.tuttonapoli.net]