Udinese, il punto: tante soddisfazioni nel 2012

É stato un 2012 che in casa bianconera ha portato tantissime soddisfazioni. Un anno solare intenso, vissuto con la passione di chi sente addosso il brivido di tifare una squadra che rappresenta una città, di chi supporta quei ragazzi che di volta in volta scendono in campo col chiaro intento di regalare nuove gioie, nuove emozioni.

Da gennaio a dicembre, dodici mesi di Udinese, iniziati con la grandissima soddisfazione vissuta al Gran Galà del Calcio 2011 AIC, con la società friulana premiata come migliore società della Serie A, e tanti calciatori bianconeri inseriti nella “top 11” dell’anno. Una serata da incorniciare, contornata da tante belle prestazioni sul terreno di gioco: si è iniziati con il successo sul Cesena per 4-1, per poi passare per le vittorie su Lecce, Bologna, Parma, Lazio (indimenticabile il gol di Pereyra al 90′), e arrivare infine al successo decisivo sul Catania che è valso il terzo posto. Il tutto, mentre in Società si lavorava per organizzare la costruzione del nuovo stadio Friuli, e mentre il CONI aveva deciso di premiare l’Udinese con il Collare d’Oro al Merito Sportivo per l’esempio, la disciplina e le qualità palesate sul campo e fuori dalla compagine friulana.

Momenti meravigliosi, così come meravigliosa è stata la festa in piazza di fine campionato: un fiume di gente tutta per l’Udinese. Poi l’estate, il ritiro, la nuova stagione. Iniziata in sordina, con la Champions salutata a causa del doppio scontro sfortunato col Braga (negli occhi ancora il cucchiaio maledetto di Maicosuel), e l’Europa League in cui non siamo riusciti a dimostrare totalmente il nostro potenziale (ma a Liverpool abbiamo fatto parlare di noi). Uguale in Coppa Italia, dove una grande prestazione non è valsa il passaggio del turno contro la Fiorentina, e molto simile, la situazione, in campionato, con i bianconeri partiti col freno a mano tirato, non al 100% delle loro forze, ma  negli ultimi tempi assolutamente in ripresa. Il 2012 si è chiuso a Bergamo, col meraviglioso gol di Muriel: il colombiano, ritrovato, potrà essere l’uomo in più del 2013. Anno in cui l’Udinese punta a togliersi tante altre splendide soddisfazioni.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]