Udinese-Milan 2-1: arriva la reazione dei bianconeri firmata Ranégie-Di Natale

UDINE – Una sfida dai contenuti altissimi, un match da non sbagliare per entrambe le compagini. Le tensioni che si sono accumulate in settimana adesso devo essere trasformate in energie da spendere sul rettangolo verde. Mister Francesco Guidolin deve ovviare alle assenze dello squalificato Lazzari e dell’indisponibile Basta e, per la prima volta, lancia dal 1′ Mathias Ranégie al fianco di capitan Di Natale. Massimiliano Allegri, dopo le delusioni di inizio stagione, prova a dare una svolta e manda in campo Emanuelson al posto dell’attesissimo Boateng.

I ritmi sono subito alti, con l’Udinese che salta spesso il centrocampo alla ricerca dei centimetri di Ranègie. Al 4′ un disimpegno errato di Pinzi concede il primo tiro ai rossoneri, ma Pazzini dalla destra tira debolmente e fuori dallo specchio. Al 6′ ancora una leggerezza dei bianconeri, questa volta di Allan, fa partire il contropiede del Milan che ancora con Pazzini spreca da pochi metri una ghiotta occasione. I ragazzi di Allegri sono più in palla e cercano di sfruttare il buon inizio anche con El Shaarawy che, raccolta la sponda di testa di Pazzini, costringe Brkic alla gran parata.

Passate le difficoltà iniziali, l’Udinese riprende ad attaccare e al 12′ per poco non trova il gran gol con una girata al volo di Pinzi che sfiora l’incrocio alla sinistra di Abbiati. La partita torna in equilibrio. Al 21′ uno straordinario Pereyra taglia in due la difesa rossonera e serve un ottimo pallone a Di Natale che non riesce a impattare al meglio. Adesso sono i bianconeri a fare il gioco e al 23′ ancora Di Natale, su lancio di Pinzi, cerca la prodezza con un sinistro al volo che non trova la porta.

Il match non si sblocca, ma al 34′ ancora i ragazzi di Guidolin sfiorano il gol con una girata al volo di Benatia bloccata da Abbiati non senza difficoltà. Il Milan non ci sta e al 38′ risponde con un destro al veleno di El Sharaawy che per poco non beffa Brkic. Le squadre si equivalgono, ma a spezzare gli equilibri ci pensa l’esordiente Ranégie: è il 41′ quando Benatia riesce a indirizzare verso la porta un cross dalla sinistra di Pasquale, sulla palla vagante si avventa il bomber svedese che salta più in alto di Abbiati e Mexes e butta in rete il pallone del vantaggio! Si sblocca il match, è 1-0 per l’Udinese e le squadre vanno a riposare negli spogliatoi.

Inizia la ripresa e ancora i bianconeri partono forte e si fanno vedere dalle parti di Abbiati con una conclusione ravvicinata e centrale di Allan. Il forcing continua e al 51′ Di Natale entra in area ma cicca il pallone che si perde sul fondo. I ragazzi di Guidolin stanno dimostrando grande intensità e coesione. Allegri prova a rispondere inserendo Kevin Prince Boateng e i risultati arrivano subito. Azione personale del ghanese, palla al centro per Pazzini che serve l’accorrente El Sharaawy, bravo a coordinarsi e superare con potente destro l’incolpevole Brkic. Al 54′ arriva il pari rossonero.

Al 65′ reagiscono le zebrette con Di Natale che, su cross di Pasquale, libera un colpo di testa sul quale Abbiati si supera. Un minuto dopo Ranégie è bravo in area ad appropriarsi di un pallone vagante, ma al momento di concludere da due passi viene atterrato da Zapata già ammonito. Secondo giallo ed espulsione. L’Udinese protesta perché Di Natale sugli sviluppi dell’azione aveva messo in rete, ma l’arbitro conferma di aver fischiato prima e manda il capitano bianconero sul dischetto. La tensione è alta, ma Di Natale non si fa intimidire e con freddezza spiazza Abbiati con un piatto destro a incrociare. La caparbia è stata premiata, è 2-1 e l’Udinese torna in vantaggio!

Il Milan tenta l’arrembaggio, ma al 83′ Boateng trattiene Pereyra e si guadagna la via degli spogliatoi con il secondo giallo in appena sette minuti. La squadra di Allegri rimane in nove e al 87′ i padroni di casa sfiorano il gol con un contropiede dell’infaticabile Pereyra. La palla per Di Natale, però, è troppo lunga e l’azione si spegne con un colpo di testa alto del solito Ranégie. Due minuti dopo ci prova anche Coda da fuori area, Abbiati è bravo a deviare in angolo. L’arbitro dà quattro minuti di recupero, ma l’Udinese riesce con facilità ad amministrare il gioco senza rischiare nulla. Finalmente è arrivata la grande reazione che tutti aspettavano. L’Udinese vince per 2-1 e con una grandissima prestazione porta a casa i primi tre punti della stagione.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]