Guidolin: “Questo è il momento di essere forti, di crederci”

Le condizioni di salute di Alexis Sanchez sono l’argomento principe in casa bianconera. Ma non solo, tengono banco infatti i dubbi di mister Guidolin sulla formazione da schierare in campo nell’anticipo di domani sera.

“Il Nino non rappresenta l’unica incertezza. Voglio lasciar passare tutto il tempo necessario per prendere la decisione migliore – confessa il tecnico di Catelfranco Veneto prima della seduta di rifinitura -. Conservo qualche dubbio su Isla e Di Natale. Purtroppo gli infortuni sono situazioni imprevedibili, ma con cui dobbiamo inevitabilmente fare i conti. Per quanto riguarda lo schieramento tattico ho diverse idee in testa; deciderò in base ai consigli dello staff medico. Da venti giorni non riusciamo a fare una seduta di allenamento a ranghi completi e questo mi disturba parecchio. Badu sicuramente non farà parte del gruppo”.

Coincidenze a dir poco sfortunate nel momento topico della stagione: “Tutti vorrebbero sempre la squadra al top, ma se non è possibile dobbiamo prenderne atto e tirare fuori le nostre armi: la qualità, le caratteristiche e tutto il lavoro che ci portato fino a qui. Questo è il momento di essere forti, di crederci. Teniamo la testa bassa e pedaliamo”.

Quella di domani sera contro la Roma può essere una gara crocevia di una intera stagione: “Non dobbiamo fare alcun tipo di calcolo perché la strada è ancora molto lunga. Lo dice uno che ha perso la Champions League all’ultima giornata di campionato. Nulla è ancora decisivo, ma tutto è terribilmente importante”.

Il risultato conta più del bel gioco e, come aveva suggerito ieri Domizzi, sarà più importante essere concreti che belli: “Siamo arrivati lassù grazie al gioco brillante e a risultati eccezionali. Abbiamo abbandonato quella fragilità che ci condizionava nelle prestazioni e che ci costava molti punti. Con il bel gioco è più facile arrivare al risultato”.

Una vittoria eliminerebbe definitivamente la Roma dalla corsa alla Champion League? “No, ma sarebbe un risultato estremamente importante sebbene non ancora decisivo. I giallorossi dispongono di un organico ricco di talento e stanno tentando di agganciare i primi posti. Affrontiamo una squadra tosta, esperta e pericolosa. Non credo che i ragazzi di Montella possano essere minimamente influenzati dai futuri programmi societari. Una grande squadra non si lascia condizionare da questi particolari. Rispetto alla gara di andata siamo cresciuti molto”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]