Livorno: la strategia di Spinelli

Livorno – Il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, si lamenta perché nessuno, dice, gli riconosce il merito di aver speso 800 mila euro per essersi assicurato i servigi del centrocampista piombinese Andrea Luci dall’Ascoli. Un buon elemento che ai tempi dell’ultima Serie B, due anni fa, creò un sacco di problemi agli amaranto di Leo Acori in occasione del match con gli ascolani dell’Ardenza.

Il Livorno, nel frattempo, insiste per avere l’interno Filippo Carobbio dal Bari nel contesto del possibile scambio con Nico Pulzetti, anche lui centrocampista, che andrebbe in prestito in Puglia. Il difensore Dario Knezevic, invece, vuole andare alla Roma e se ciò non accadrà, rimarrà volentieri a Livorno. Per capire qualcosa del nuovo Livorno, tuttavia, bisognerà prima attendere gli esiti del mercato in uscita, che però stenta a decollare. Molto, infatti, dipenderà da questo, a cominciare dal futuro dell’attaccante Ciccio Tavano, conteso da diversi club. Nel frattempo, già preso da tempo il centrocampista Pasquale Schiattarella dall’Ancona, per l’attacco l’obbiettivo sarebbe il centravanti del Modena, Sasà Bruno. Vediamo se si farà.

[Raimondo Bongini – Fonte: www.amaranta.it]