Maran: “Grande mentalità e personalità della squadra su un campo difficile”

GENOVALe parole di Rolando Maran al termine della sfida contro il Genoa.

“Seconda vittoria esterna. Merito della grande mentalità e personalità della squadra. Giocato una partita importante su un campo difficile con il giusto piglio di squadra. I ragazzi hanno fatto molto bene e si sono sacrificati fino all’ultimo. Punti che valgono molto. Nonostante le assenze volevamo giocarcela bene. Era stimolante giocare con quattro giocatori offensivi ma allo stesso tempo era necessario il loro sacrificio. Lo hanno fatto ed è andata bene.

Ho sostituito Paglialunga e non ho cambiato nessuno dei quattro perchè stavamo bene. Voglio sottolineare che in occasione del secondo gol eravamo in cinque nell’area del Genoa. Questo episodio è un sintomo di come il Catania gioca bene e per questo porta a casa il risultato. Paglialunga ha fatto bene per la prima volta da titolare. Il ragazzo si è impegnato. Ottimo ritrovare anche Biagianti che è un giocatore importante per questo Catania.

La cattiveria non è mancata, siamo stati cattivi e attenti. C’è stato di tutto per vincere una partita cosi importante. E’ mancata solo la capacità di chiudere prima la partita, in questo possiamo migliorare. Nonostante la propensione offensiva che questa squadra ha maturato, abbiamo lavorato bene sulla fase difensiva e il frutto del nostro lavoro inizia a vedersi. La solidità della squadra passa anche dall’equilibrio. Questo atteggiamento ci porterà lontano.

Contro la Fiorentina avremo bisogno di un grande pubblico. Perchè Domenica arriva una squadra difficile da incontrare e i punti in palio sono fondamentali per raggiungere i nostri obiettivi. Avremo bisogno di tutto il calore dei nostri tifosi. All’andata con la Fiorentina è stato commesso qualche errore di troppo. Abbiamo imparato da quegli errori e adesso siamo più convinti dei nostri mezzi. La partita della prossima settimana è l’occasione per riscattare quella prestazione. Anche se mancherà Gonzalo, abbiamo dimostrato che questa squadra può sopperire a qualunque assenza”.

[Federico Caliri – Fonte: www.mondocatania.com]