Real Madrid – Inter 2-0: Kroos e Asencio puniscono i nerazzurri

2133

Real Madrid Inter cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Real Madrid – Inter del 7 dicembre 2021 in diretta: con una rete per tempo gli spagnoli liquidano i nerazzurri chiudendo al primo posto nel girone. Decisiva nella ripresa l’espulsione di Barella

SOMMARIO

  • Cronaca della partita
  • Ancelotti alla vigilia
  • Inzaghi alla vigilia
  • Le parole di Casemiro
  • Perisic alla vigilia del match
  • Presentazione della partita
  • Le probabili formazioni
  • Dove vederla in Tv e streaming

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO FINALE: REAL MADRID - INTER 2-0

SECONDO TEMPO

45' senza recupero termina il match. Il Real Madrid batte 2-0 l'Inter conservando il primo posto nel girone al fine della fase a gironi. Buon primo tempo dei nerazzurri che nella ripresa non hanno inciso nello stesso modo e dall'espulsione di Barella hanno smarrito il gioco finendo per prendere il secondo gol. Vi ringraziamo per averci scelto e apppuntamento ai prossimi live di Champions League

44' Sanchez per Vecino che controlla male al limite dell'area e si fa soffiar palla da Militao

41' apertura di Perisic per d'Ambrosio che controlla bene ma il suo cross è troppo sul portiere

39' corner conquistato da Perisic: batte Dimarco, colpo di testa da due passi di Skriniar ma palla tre le braccia di Courtois!

38' azione rocambolesca in area nerazzurra, su distrazione di Perisic il Real non ne approfitta con Mariano Diaz

35' dentro E. Hazard per Vinicius

34' ASENCIO! 2-0 REAL MADRID! Mancino a giro telecomandato dal neo entrato dal limite dell'area in posizione defilata e sfera che carambola sull'interno del palo alla destra di Handanovic prima di entrare in rete

34' disimpegno errato di Gagliardini che rimedia coprendo sul tentativo in area di un avversario

32' triplo cambio per gli spagnoli: Marco Asencio per Rodrygo, Valverde per Kroos e Mariano Diaz per Jovic

31' pressing alto del Real su Sanchez steso senza tanti complimenti da Alaba nella propria trequarti campo

29' fallo da dietro di Bastoni per Jovic davanti all'arbitro che non gli risparmia il giallo

28' filtrante di Sanchez per D'ambrosio leggermente troppo corto in area, intercetta la difesa

26' lascia il campo Casermiro, sostituito da Camavinga

25' bel diagonale rasoterra in area di Rodrygo da posizione molto defilata, si allunga Handanovic a respingere!

24' palla dentro di Perisic per l'inserimento in area di Dimarco ma il suo colpo di testa non riesce a scavalcare il portiere

23' rinvio corto di Handanovic intercettato dagli avversari ma su cross di prima difesa che rimedia

23' batte l'angolo il solito Kroos, palla allontana dalla difesa

22' pressing efficace di Mendy sub D'ambrosio che regala un angolo

21' corre ai ripari Inzaghi con Gagliardini per Lautaro Martinez. Inter con un 3-5-1 in fase di possesso palla

21' conclusione a giro di Vinicius dal limite dell'area da posizione defilata e palla larga

20' si torna a giocare, Inter in 10 per quest'ultima parte di gioco

17' scintille tra Barella e Militao, si scatena una mezza rissa in campo. Il centrocampista nerazzurro lamentava una spallata eccessiva del giocatore verso il cartellone pubblicitario. L'arbitro a dialogo con il VAR chiama a rapporto i due giocatori. ATTENZIONE! ROSSO per BARELLA! Giallo per Militao. Punizione eccessiva per il nerazzurro che ha subito per primo il fallo. Reazione piuttosto composta del giocatore nerazzurra considerando l'episodio

16' sempre in vantaggio l'Inter nel possesso palla con quasi il 56%

15' palla recuperata alta dall'Inter con Sanchez che non ci pensa due volte a calciare dal limite, palla a lato

15' triplo cambio per Inzaghi: Vecino per Calhanoglu, Sanchez per Dzeko e Vidal per Brozovic

14' cross teso di Perisic per Lautaro, colpo di testa di Militao con sfera che carambola su Lautaro e termina largo

12' intervento falloso di Skriniar su Vinicius che lo stava puntando, punizione sulla sinistra affidata a Kroos: palla troppo lunga per tutti quindi sugli sviluppi palla per Casemiro, rasoterra piuttosto centrale bloccato a terra da Handanovic che era coperto

10' conclusione da posizione molto angolato sul primo palo di Jovic, su deliziosa palla dentro di Vinicius, molto reattivo Handanovic che ci mette i pugni!

9' fallo tattico a centrocampo di d'Ambrosio su Vinicius, giallo per lui

8' Vinicius allarga per Jovic in area ma il suo tentativo verso il primo palo è deviato sul fondo da Dimarco. Ben appostato allontana Skriniar di testa

6' si prende a giocare, azione Real che si conclude con Rodrygo murato dalla difesa in angolo. Batte Kross per Casemiro che sul primo palo alza la mira. Il giocatore sembra ristabilito dopo la botta di qualche istante fa

4' fallo di d'Ambrosio in ritardo su Casemiro, intervento un pò duro con il giocatore che resta a terra e staff medico in campo. Mani sul volto per il centrocampista e qualche movimento sulla panchina. Il giocatore messo in piedi zoppica vistosamente

3' palla gol sciupata da Barella! Break a centrocampo di D'ambrosio, palla filtrante in area di Calhanoglu per il compagno che alza troppo la mira con il destro da favorevole posizione

calcio d'avvio battuto dall'Inter che sembrerebbe sempre con il 3-5-2, D'ambrosio viene avanzato nella posizione e al suo posto il neo entrato Dimarco

ufficializzato il cambio: entra Dimarco per Dumfries

con qualche minuto di ritardo rientrano anche quelli del Real Madrid

sarà Dumfries a lasciare il campo, si ipotizza qualche variazione nel modulo per questo secondo tempo

l'Inter fa nuovamente il suo ingresso in campo

ben ritrovati con il secondo tempo della partita, lnzaghi è pronto a giocarsi la carta Dimarco

PRIMO TEMPO

46' dopo un minuto di recupero termina il primo tempo con il vantaggio per 1-0 del Real Madrid. Buon primo tempo dei nerazzurri che fin dai primi minuti hanno mantenuto l'iniziativa ma spagnoli pericolosi nel gioco di rimessa. Al 17' Kroos sblocca il match con una bella conclusione dal limite quindi allo scadere palo centrato da Rodrygo.

46' angolo di Kroos, allontana la difesa quindi sugli sviluppi dell'azione Rodrygo da posizione defilata conclude sull'esterno della rete

45' palo centrato da Rodrygo (innescato da Kroos)! Conclusione con il destro appena dentro l'area con Handanovic immobile

41' tentativo di conclusione a giro di Perisic in area murato dalla difesa

39' sciabolata per Perisic che prova a crossare in area per Dzeko, anticipato dalla difesa. Si scatena il contropiede del Real e grande chiusura di Bastoni a centro area su palla buttata dentro da Kroos

36' Jovic sfiora il 2-0! Su lungo lancio alla trequarti filtrante per l'attaccante che in area conclude sull'esterno della rete nel tentativo di fare un pallonetto su Handanovic in uscita

34' nuovo corner per i nerazzurri: palla di Calhanoglu verso il secondo palo con Militao ad anticipare tutti nuovamente sul fondo. In questo secondo tentativo prova una sforbiciata apprezzabile Perisic che colpisce con il destro ma alza la mira

33' apertura fuori misura di Brozovic su d'Ambrosio, rimessa laterale regalata agli avversari

31' quarto angolo per l'Inter: batte verso il primo palo Calhanoglu, tocco di Perisic ma palla sull'esterno della rete

29' contropiede di Vinicius che rallenta un pò il passo e sulla trequarti viene chiuso da Brozovic, vanificata una ripartenza 3 vs 3. L'Inter porta avanti molti uomi ma deve concedere qualcosa al contropiede

26' cross di Dzeko deviato in angolo sulla destra d'attacco: palla in area per il colpo di testa di Skriniar ma c'è il muro della difesa che allontana

25' cross morbido di Perisic sul secondo palo per il colpo di testa un pò debole di Dzeko, blocca Courtois

23' dribbling tentato da Vinicius su Dumfries in area, il difensore toglie la gamba un attimo prima evitando di causare un rigore

22' intervento falloso di Brozovic in tackle su Vinicius, solo richiamo verbale per l'interista

22' Barella pennella in area per Lautaro che sulla pressione di Militao è costretto ad anticipare la conclusione alzando la mira

21' Calhanoglu filtrante in area per Lautaro ma da posizione defilata invece di provare una conclusione cerca di servire Barella a centro area ma la difesa intercetta

19' scambio tra Calhanoglu e Perisic in area, ci mette una pezza Carvajal in corner. Batte il turco, sfera verso il secondo palo non ci arriva Dumfries

17' KROSS! REAL MADRID IN VANTAGGIO! Apertura di Rodrygo per il compagno che all'altezza del vertice sinistro dell'area si aggiusta la palla con il destro e calcia con il mancino e sfera che si infila all'angolino alla sinistra di Handanovic. Nell'occasione la difesa ha lasciato troppo spazio per calciare e traiettoria molto vicina al palo

16' possesso palla intorno al 61% per l'Inter in questo avvio

15' ricordiamo che su Calciomagazine è disponibile anche la diretta di Milan - Liverpool

14' angolo conquistato dall'Inter sulla destra d'attacco: palla spizzata in area dalla difesa e Inter che non riesce a servire in profondità d'Ambrosio

12' cross di Dumfries (servito da Barella) in area per Perisic che calcia in controtempo, Carvajal è bravo a murarlo quasi sulla linea di porta. Dall'altra parte Rodrgo conclude in area a lato

11' ricordiamo che il 13 dicembre ci sarà il sorteggio per gli ottavi di finale

10' chiusura di Calhanoglu su Rodrygo considerata fallosa per l'arbitro e Real che può giocar palla sul settore sinistro del campo quindi un cambio gioco per Rodygo ma la pressione della difesa costringe a ripartire da dietro

8' filtrante di Perisic per Barella che scivola in area da posizione defilata, forse una leggera spinta di Carvajal da dietro

7' sinistro molto interessante al volo di Brozovic dal limite dell'area e palla che supera di poco la traversa!

6' efficace pressione alta dell'Inter e rinconquistare palla dopo un cross troppo corto di Bastoni preda della difesa

5' apertura di Calhanoglu per Perisic, cross rimpallato da Carvajal in fallo laterale

4' conclusione rasoterra di Brozovic da fuori area respinto dalla difesa, dall'altra parte bravo Barella in chiusura su Vinicius

3' possesso palla Inter: lungo lancio di Calhanoglu per d'Ambrosio, cross in area intercettato dalla difesa

2' Modrid imbuca in area per Vinicius Jr. ma piatto destro da posizione defilata che si spegne sul fondo

1' lungo lancio per Rodrygo, lo anticipa Handanovic in uscita

partiti! Calcio d'avvio battuto dal Real Madrid nella classica maglia bianca, Inter in maglia a sfondo scuro

Ci siamo! Real Madrid e Inter finalmente in campo, tutto pronto all'inizio del match!

Siamo pronti a immergersi nella diretta dell'incontro, ricordiamo che potete seguire live anche l'altro match del girone ovvero Shakhtar - Tiraspol

20.21 Inter in campo per iniziare il riscaldamento pre-partita. 3-5-2 per Inzaghi che si affida a d'Ambrosio in difesa visto la non perfetta condizione fisica di de Vrij. Con lui Skriniar e Bastoni

Un saluto ai lettori di Calciomagazine, benvenuti alla serata di Champions League tra Real Madrid e Inter. Si gioca per il primo posto nel girone D. Dalle ore 21 seguiremo la cronaca con commento in diretta della partita.

TABELLINO

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Modric, Casemiro (dal 26' st Carnavinga), Kroos (dal 32' st Valverde); Rodrygo (dal 32' st Asencio), Jovic (dal 32' st Mariano Diaz), Vinicius Jr. (dal 35' st E. Hazard). A disposizione: Lunin, Fuidas, Nacho, Vallejo, Marcelo, Lucas Vazquez, Isco. Allenatore: Ancelotti.

INTER (3-5-2): Handanovic; D'ambrosio, Skriniar, Bastoni; Dumfries (dal 1' st Dimarco), Barella, Brozovic (dal 15' st Vidal), Calhanoglu (dal 15' st Vecino), Perisic; Lautaro Martinez (dal 21' st Gagliardini), Dzeko (dal 15' st Sanchez). A disposizione: Cordaz, Radu, de Vrij, Kolarov, Sensi, Zanotti. Allenatore: Simone Inzaghi.

Reti: al 17' pt Kroos, al 34' st Asencio

Ammonizioni: d'Ambrosio, Militao, Bastoni

Espulso al 19' st Barella

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, nessuno nella ripresa

Le parole di Ancelotti alla vigilia

Qualità e impegno sono qualità importanti. Lo stiamo dimostrando e penso che siano le ragioni della buona striscia che stiamo avendo. A volte la qualità è eccezionale per quanto riguarda l’impegno e talvolta l’impegno è eccezionale per quanto riguarda la qualità. La mia idea è continuare in questo buon momento, preparare bene le partite, la strategia. Vogliamo giocare la partita di domani perché è al Bernabéu contro una squadra che è forte, che sta giocando bene. È una partita di Champions League vogliamo vincerla per questo motivo. Arrivare alla fine di questa competizione è molto difficile, ma l’obiettivo è arrivare alla fine o alla fine della competizione, perché se vuoi vincere la Champions devi arrivare prima in finale. Non posso dirti se è il Real Madrid é uno dei favoriti o meno. Posso dirti che puoi competere contro tutte queste squadre grazie alla qualità che abbiamo. Nient’altro, poi dobbiamo aspettare e vedere perché se vuoi vincere questa competizione devi affrontare le migliori squadre del mondo. Se hai l’obiettivo di arrivare alla fine di questa competizione, non cambia molto se affronti una squadra forte o meno negli ottavi o nei quarti, devi competere. Con l’Inter é una partita prestigiosa. Giochiamo contro una squadra che sta facendo molto bene e poi giochiamo per il primo posto, che è importante. E terzo, che suoniamo nel nostro stadio con i nostri tifosi. Ci sono 3 ragioni importanti per guardare una partita che penso sarà interessante”.

Le parole di Simone Inzaghi alla vigilia

“Per noi sarà una partita importante. Entrambe siamo già agli ottavi ma vogliamo fare una grande partita. All’andata abbiamo fatto una grande partita ma non è bastato, domani dovremo fare qualcosa in più. Benzema è un calciatore importantissimo ma gli allenatori convivono con questi problemi. Jovic nell’ultima partita ha fatto gol e assist, il Real ha grandi risorse”. Rispetto all’inizio di stagione ci siamo conosciuti meglio: anche lo scorso anno la squadra giocava con questo stesso modulo. E fin dalle prime nostre partite abbiamo espresso un buon calcio. Abbiamo lasciato qualche punto, ma abbiamo sempre lavorato nella maniera giusta. Ora siamo in striscia positiva, il che ci dà tantissima autostima. La carriera di Carlo Ancellotti parla per lui. Prima del match di andata abbiamo parlato assieme ed è sempre un piacere. Sono contento che vada molto bene in campionato, sta facendo una stagione super. Non ci saranno Ranocchia, Darmian, Satriano e Correa, che ha avuto l’infortunio sabato all’Olimpico. Mi dispiace perché stava crescendo giorno dopo giorno, era nel momento in cui stava molto bene. Non è la prima perdita che abbiamo quest’anno, la assorbiremo. Lautaro si è allenato senza problemi, per De Vrij e Kolarov dovremo vedere la rifinitura. C’è molta attesa, come era attesa la sfida d’andata, nella quale meritavamo di più. Giocare in uno stadio non nostro è diverso, ovvio. Però abbiamo fiducia, stiamo facendo un bel cammino che sta rendendo felici i tifosi e la società. Abbiamo raggiunto gli ottavi, ma la partita e il palcoscenico sono importanti. Per un allenatore sostituire bene gli infortunati è un orgoglio. Hanno giocato tutti e fa davvero piacere vedere chi ha giocato di meno poi scendere in campo e fare bene. Io devo gestire il gruppo nel migliore dei modi, proporre cose nuove, stimolare: la base, però, è che ho a che fare con professionisti molto seri. Domani è una partita importante: a Madrid l’Inter ha vinto solo una volta, ci saranno delle insidie, delle difficoltà. Veniamo a giocarcela con personalità e voglia di far bene”.

Casemiro: “dobbiamo affrontare con calma, partita molto difficile”

Il giocatore del Real Madrid è intervenuto nella conferenza stampa. Ecco alcuni passaggi: “Affrontiamo tutte le partite con serietà e rispetto. L’Inter è una buona squadra e ci gioca il primo posto, dobbiamo affrontare con calma e sapendo che è l’ italiano Lega campione. Sarà una partita molto difficile. Il riposo è sempre un argomento di cui si parla, la gente si preoccupa. Abbiamo una commissione tecnica, a Pintus… E sono sempre consapevoli di tutto. Sono umano, non un robot, e loro sono consapevoli del resto, di quando e quanto posso giocare. È importante avere una buona squadra. Bravissimi Camavinga e Valverde . È un privilegio parlare di Modrić e Kroos, ma la cosa più importante è avere una buona rosa. Per quanto mi riguarda, lo staff tecnico è a conoscenza di tutto. Quando si parla di Real Madrid il requisito è il più grande al mondo, che arrivi a 18 o 35 anni. Ecco perché siamo il miglior club del mondo. Quello che dico loro sempre è che sono giovani che vengono dal Brasile, con un altro tipo di calcio. Adattarci è difficile per noi, ma vi dico, godetevi il momento. Quello che i brasiliani hanno ottenuto in questa stagione è incredibile, ma ci vuole umiltà e continua a divertirsi. Oggi puoi stare bene e poco dopo no, e devi continuare a lavorare. Questo è il calcio”.

Le parole di Perisic alla vigilia

“Rispetto allo scorso anno il sistema di gioco è lo stesso, ci conosciamo da tanti anni. Quest’anno abbiamo fatto meglio in Champions League, anche in Europa abbiamo fatto partite nelle quali abbiamo sommato tantissime occasioni da gol, abbiamo segnato di più. Abbiamo meritato di passare il girone, l’anno scorso ci eravamo andati vicini. Io ho fame, e con i miei compagni vogliamo continuare a vincere. Io non penso al futuro, mi concentro sul presente, nel dare tutto quello che abbiamo. Quando ho cambiato posizione è stato difficile, il ruolo che ricopro oggi è più complicato rispetto a dove giocavo prima. Non so se questa è la migliore stagione con l’Inter, dipende se vinceremo o meno un titolo. Forse l’aver avuto il Covid durante gli Europei mi ha tolto impegni ravvicinati e mi ha dato un’estate più libera, durante la quale mi sono riposato e ricaricato: ho lavorato tanto, vedono i frutti. Vinicusdavvero in forma, io ho visto tutte le partite del Real Madrid in questa stagione. Sono forti, domani servirà una prova di squadra in cui ci aiutiamo a vicenda. Se continuiamo come nelle ultime settimane verrà fuori una grande partita. Luka Modric è prima di tutto un ragazzo super, è il mio capitano, ho un rispetto profondissimo per lui. Ci aiuta sempre. Sarà difficile per chi verrà dopo di lui, prendere il suo posto, anche in Nazionale. In Croazia ci sono tanti ragazzi giovani, ma sarà difficile sostituirlo. Anche se ci sono diversi giocatori che hanno dimostrato di poter giocare nella sua posizione, penso a Brozovic e Kovacic. Di sicuro se non giocherà domani sarà meglio per noi“.

La presentazione del match

MADRID – Martedì 7 dicembre, alle ore 21, allo Stadio “Santiago Bernabeu”, andrà in scena Real Madrid – Inter, ultima giornata della fase a gironi della Champions League 2021/2022. La gara di andata, lo scorso 15 settembre, si é chiusa sul risultato di 0-1 in favore degli spagnoli. Le due squadre hanno già il pass per gli ottavi della competizione, avendo staccato Sheriff e Shakhtar in classifica. Ancelotti conferma la formazione della vigilia con il tridente formato da Rodrygo, Jovic e Vinicius Junior; dall’altra parte Inzaghi si affida a d’Ambrosio nella linea a tre difensiva confermando il resto della squadra come da previsioni. La sfida di Madrid servirà dunque a stabilire chi passerà come prima e chi come seconda nel girone. La squadra di Ancellotti, nel Girone D, é prima con 12 punti, frutto di quattro vittorie e una sconfitta. I Blancos sono primi anche nella classifica de la Liga con 39 punti, a +8 dal Siviglia e sono reduci dal successo esterno per 0-2 contro la Real Sociedad. La squadra di Inzaghi é seconda nel raggruppamento a quota 10 punti, frutto di tre vittorie (2-0 e 1-3 contro lo Sheriff Tiraspol; 2-0 contro lo Shakhtar), un pareggio (0-0 contro lo Shakhtar) e una sconfitta, come detto contro il Real Madrid. In campionato, i nerazzurri, dopo la schiacciante vittoria per 0-3 all’Olimpico contro la Roma, complice la sconfitta del Napoli al “Maradona” per 2-3 contro l’Atalanta, sono secondi in testa alla classifica, a -1 dalla nuova capolista Milan, con 37 punti e con un cammino di undici partite vinte, quattro pareggiate e una perse; 39 gol fatti e 15 subiti. L’Inter torna a giocare al Santiago Bernabeu per la prima volta dalla finale di Champions League del 2010, quando il 22 maggio batté 2-0 il Bayern Monaco, salendo sul tetto d’Europa. I nerazzurri hanno affrontato il Real Madrid nel girone anche nella passata stagione, ma il match – a causa dei lavori di ristrutturazione del Bernabeu – si disputò a Valdebebas. L’ultima sfida tra Real Madrid e Inter giocata al Santiago Bernabeu risale al 16 settembre 1998: Real-Inter 2-0, con le firme di Hierro su rigore e di Clarence Seedorf. Sarà la sfida numero 19 tra Inter e Real Madrid. Nei 18 precedenti il bilancio è di 7 vittorie nerazzurre, soli 2 pareggi e 9 vittorie dei blancos. L’ultimo successo dell’Inter risale al 3-1 a San Siro del 1998 (Zamorano e doppietta di Baggio).. A dirigere il match sarà Felix Brych, coadiuvato dagli assistenti Mark Borsch e Stefan Lupp; quarto uomo Daniel Schlager. Al VAR Marco Fritz, assistente AVAR Bastian Dankert. Tutti gli arbitri designati sono tedeschi.

QUI REAL MADRID – Ancellotti dovrà fare a meno di Benzema, uscito malconcio dalla sfida contro la Real Sociedad. Con lui assenti anche Gareth Bale e Dani Ceballos. Pertanto nel 4-3-3 dovrebbe esserci Carvajal, Militao, Alaba e Mendy in difesa mentre a centrocampo con Modric, Casemiro e Kroos e in avanti possibile ballottaggio tra Asenio e Rodrygo con Jovic e Vinicius Jr.

QUI INTER- Simone Inzaghi potrebbe ritrovare De Vrij. Mancherà sicuramente Correa: l’esame cui si é sottoosto ha evidenziato una distrazione muscolare ai flessori della coscia sinistra. Probabile modulo 3-5-2 con Handanovic tra i pali e difesa composta da Skriniar, De Vrij e Dimarco. In cabina di regia Brozovic con Barella e Calhanoglu; sulle fasce Dumfries e Perisic. Tandem di attacco composto da Lautaro Martinez e Dzeko.

Le probabili formazioni di  Real Madrid – Inter

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Jovic, Vinicius Jr. Allenatore: Ancelotti.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro. Allenatore: Simone Inzaghi.

Dove vederla in TV ed in streaming

L’incontro Real Madrid – Inter, valido per la sesta giornata della fase a gironi della Champions League 2021/2022,  verrà trasmesso in diretta sui canali Sky Sport Action (numero 206 del satellite) e Sky Sport (253 del satellite e 484 del digitale terrestre).La sfida potrà essere seguita anche attraverso l’app di Infinity + disponibile per smart tv: il servizio (incluso nell’offerta Tim Vision) è attivabile al costo di 7.99€ al mese.. Gli abbonati di Sky potranno  seguire la sfida in diretta streaming attraverso Sky Go, piattaforma dedicata agli abbonati, collegandosi al portale tramite pc o notebook o in alternativa scaricando l’app relativa per i sistemi iOS o Android se si accede tramite smartphone o tablet. Un’ulteriore opzione è rappresentata da NOW, il servizio streaming on demand di Sky, accessibile con l’acquisto del pacchetto ‘Sport’. Il match sarà visibile anche su Sportmediaset, collegandosi sul sito ufficiale da pc, o tramite la relativa app Mediaset Play, disponibile per smartphone e tablet.

Articoli correlati