La Juventus conquista la Coppa Italia 2023/2024

164

Atalanta Juventus cronaca della partita live risultato in tempo reale

La partita Atalanta – Juventus di Mercoledì 15 maggio 2024 in diretta: una rete di Vlahovic dopo tre minuti regala un trofeo ai bianconeri che mancava da tre anni

ROMA – Mercoledì 15 maggio 2024, allo Stadio Olimpico di Roma, andrà in scena Atalanta – Juventus, finale della settantasettesima edizione della Coppa Italia Frecciarossa 2023-2024. Gara secca. In caso di parità al termine dei novanta minuti si procederà con i tempi supplementari e, ove fosse necessario, con i calci di rigore. Fischio d’inizio alle ore 21.

Indice

Cronaca con tabellino

RISULTATO FINALE: ATALANTA-JUVENTUS 0-1

SECONDO TEMPO

54' La partita finisce qui! La Juventus vince la Coppa Italia! Grazie per averci seguito, alla prossima!

51' Ammonito Toloi. Aggiunti tre minuti di recupero.

50' Espulso Allegri!

45' Ci saranno sei minuti di recupero.

44' Ammonito Bremer per perdita di tempo

40' Ultimi cinque minuti, recupero escluso, prima del triplice fischio.

38' Traversa di Miretti che aveva puntato sul secondo palo con un destro potentissimo! Il calciatore bianconero spacca la porta a Carnesecchi battuto! Pazzesco! È solo il montante alto a dire di no.

36' Escono Vlahovic e Cambiaso, entrano Milik e Weah.

35' Palo di Lookman! Clamoroso! Guizzo del nigeriano, dribbling nello stretto e frustata dal limite che si infrange alla base del legno.

33' Ammonito Djimsiti.

30' Se questa rete fosse stata convalidata, i bianconeri avrebbero virtualmente messo in ghiaccio la vittoria.

27' Vlahovic di testa sigla il raddoppio su cross di Cambiaso, anzi no: l'arbitro annulla per fuorigioco dopo un controllo al Var.

26' Ruggeri centra da sinistra, Miranchuk arriva in corsa ma di controbalzo spedisce alto.

25' Esce Chiesa, entra Yildiz

20' Esce De Roon, entra Toloi

18' Vlahovic scappa via: gran discesa del serbo sul pallone di Chiesa, Carnesecchi e De Roon in qualche modo murano.

17' Fuori Nicolussi Caviglia, entra Miretti

14' Fuori Zappacosta, Pasalic e Hien, dentro Hateboer, Scalvini e Miranchuk.

12' Koopmeiners incoccia pericolosamente! Girata larga su cross da destra di Djimsiti, brivido per Perin. C'era Iling Junior a terra, la Juve si arrabbia.

10' Vlahovic reclama con Maresca per un fallo non fischiato in area: l'arbitro lo ammonisce

6' Tiro sporco di Lookman da fuori: tocca Bremer, palla in corner. Nulla di fatto dai successivi sviluppi.

3' L'Atalanta è rientrata dagli spogliatoi con un piglio differente: ora cerca di fare la partita, pressando la Vecchia Signora.

1' Si riparte. Si è tornati in campo con una novità in casa Atalanta: dentro Tourè, fuori De Ketelaere

PRIMO TEMPO

47' Il primo tempo si chiude qui, a più tardi per la ripresa!

45' Ci saranno due minuti di recupero.

40' Ultimi cinque minuti, recupero escluso, prima che l'arbitro mandi tutti negli spogliatoi per l'intervallo.

39' Buona personalità per Cambiaso che riceve, punta e calcia dalla distanza, con la palla che si perde lontana dalla porta.

34' Dopo un rimpallo, De Ketelaere si ritrova il pallone sul sinistro: conclusione invitante dal limite, ma palla altissima.

33' Il tiro di Nicolussi Caviglia dalla distanza non impensierisce Carnesecchi, che blocca.

27' Giunti quasi alla mezz'ora, i bianconeri non stanno rischiando nulla sul fraseggio degli uomini di Gasperini. Fin qui c'è grande abnegazione.

22' La Juventus adesso gioca molto bassa e, come prevedibile, i ritmi sono più blandi.

16' Ammonito Hien.

13' Inserimento di Pasalic: Ederson lo cerca con un bel pallone in area, il croato se la allunga troppo e Perin recupera in tuffo.

10' Ci prova Lookman, ma Danilo si frappone.

9' Corner di Nicolussi Caviglia: flipper nell'area dell'Atalanta con l'ultimo tocco di Gatti sopra la traversa. 

5' Dopo i primi cinque minuti i bianconeri sono già avanti per 1-0. Per la Dea è già tutto in salita.

3' Juve in vantaggio con Vlahovic, gran goal sulla palla filtrante di Cambiaso! Che verticale!

1' Si comincia!

Buonasera a tutti e benvenuti alla finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus. Mercoledì 15 maggio dalle ore 19.45 le formazioni ufficiali, dalle ore 20.45 la cronaca con commento in diretta della partita.

TABELLINO

ATALANTA: Carnesecchi; De Roon (dal 20' st Toloi), Hien (dal 14' st Miranchuk), Djimsiti; Zappacosta (dal 14' st Hateboer), Pasalic (dal 14' st Scalvini), Ederson, Ruggeri; Koopmeiners, Lookman; De Ketelaere (dal 1' st Tourè). A disp.: Musso, Rossi, Toloi, Toure, Bakker, Adopo, Hateboer, Scalvini, Bonfanti, Miranchuk. All. Gasperini.

JUVENTUS: Perin; Gatti, Bremer, Danilo; McKennie, Cambiaso (dal 36' st Weah), Nicolussi Caviglia (dal 17' st Miretti), Rabiot, Iling-Junior; Chiesa (dal 25' st Yildiz), Vlahovic (dal 36' st Milik). A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Kostic, Alex Sandro, Milik, Yildiz, Kean, Miretti, Weah, Rugani, Alcaraz, Djalo. All. Allegri.

Reti: 3' pt Vlahovic

Ammoniti: Hien, Vlahovic, Djimsiti, Bremer 

Recupero: 2' pt, 6' st 

Le formazioni ufficiali di Atalanta-Juventus

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi; De Roon, Hien, Djimsiti; Zappacosta, Pasalic, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners, Lookman; De Ketelaere. A disposizione: Musso, Rossi, Toloi, Toure, Bakker, Adopo, Hateboer, Scalvini, Bonfanti, Miranchuk. Allenatore: Gasperini.

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Gatti, Bremer, Danilo: McKennie, Cambiaso, Nicolussi Caviglia, Rabiot, Iling Junior; Chiesa, Vlahovic. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Kostic, Alex Sandro, Milik, Yildiz, Kean, Miretti, Weah, Rugani, Alcaraz, Djalo. Allenatore: Allegri.

Gasperini alla vigilia

Stiamo giocando da un mese partite decisive: Liverpool, Marsiglia, Milan, Roma. Ma ora siamo arrivati alla stretta finale dove non sono più possibili i pareggi. Noi vogliamo essere competitivi. Possiamo vincere con tutti ma dobbiamo anche stare attenti con tutti. Le partite che abbiamo vissuto ci servono dare la fiducia e l’esperienza necessaria per vincere la finale di domani. Il gruppo é cresciuto, sotto l’aspetto tattico ma soprattutto é maturato dal punto di vista mentale e ora ha tanta voglia di affrontare questo rush finale. C’é una grande identità tra la squadra e la città e questo si avverte perché abbiamo spostato metà Bergamo a Roma”.

Allegri alla vigilia

«Arriviamo bene a questa finale, con la certezza di giocare in Champions League la prossima stagione, con la qualificazione raggiunta con due giornate di anticipo. Tornando alla gara di domani sera sarà una bella partita, ci vorrà molta disponibilità in campo da parte dei ragazzi, bisognerà vincere più duelli possibili. Domani lasceremo in campo tutto quello che avremo, con lucidità e tranquillità. L’Atalanta, alla quale faccio i complimenti per avere conquistato meritatamente la finale di Europa League, è una squadra con grandi qualità tecniche. Ci aspetta una sfida difficile, ci saranno momenti complicati all’interno della partita, ma dovremo essere bravi a gestirli con pazienza e tranquillità. L’Atalanta ha giocatori importanti, fisici e tecnici allo stesso tempo. Sta vivendo un momento di grande entusiasmo e noi dovremo essere bravi a interpretare nel migliore modo possibile la gara. Abbiamo grande rispetto per i nostri avversari, ma le partite vanno vinte sul campo e dobbiamo avere la convinzione di essere in grado di portare a casa questa coppa. Se i nostri avversari saranno più bravi ci congratuleremo con loro a fine partita. Partecipare alle finali non è da tutti, già questo è un traguardo importante. Ora che ci siamo faremo di tutto per vincerla. Questo trofeo ha un valore molto importante. Negli ultimi tre anni abbiamo giocato due finali di Coppa Italia, con questa compresa, speriamo di poterla vincere questa volta. Nelle partite secche sono i dettagli a fare la differenza. Queste partite ti creano adrenalina, portano entusiasmo e con questo spirito domani sera scenderemo in campo. Nicolussi Caviglia sta bene, ma in generale stiamo tutti bene. Tra questa sera e domani mattina farò le ultime valutazioni perchè la partita potrà durare anche oltre il novantesimo minuto. Se non dovesse giocare Hans, penserò a una soluzione alternativa vista l’assenza di Manuel (Locatelli, ndr)».

Danilo alla vigilia

“Vincere questa finale darebbe un senso diverso a questa stagione. Ci piacerebbe portare un trofeo allo Juventus Museum. Il gruppo sta bene, ha voglia di dimenticare il pareggio contro la Salernitana. Tutti, noi e i tifosi, ci aspettavamo un altro risultato. Siamo sereni, ma consapevoli di quello che dovremo fare in campo. Io mi sento bene, ho avuto un piccolo problema fisico, ma ho recuperato e mi sento pronto. Quando ci sono gare così importanti da giocare il corpo lo percepisce e recupera più velocemente. Nel calcio, come nella vita, non dobbiamo guardare indietro, ma sempre avanti. Per me e per la squadra sarà un match speciale perchè ci giocheremo un trofeo e sarebbe molto bello per noi aggiungere una pagina vincente alla storia bianconera. Non sappiamo quando giocheremo un’altra finale, sarà fondamentale focalizzarci su questa e dare tutto. Ricordo la finale vinta nel 2021 contro l’Atalanta. Si iniziavano a rivedere i tifosi allo stadio dopo le restrizioni dovute al Covid-19, domani sarà pieno, invece, e ci saranno tanti tifosi a sostenerci. Dovremo lottare e dare tutto fino alla fine, per la maglia. La Juventus ha dimostrato di essere una squadra resiliente, nella sua storia, e chi indossa questi colori deve essere resiliente. Sono orgoglioso di essere il capitano della Juventus, una squadra gloriosa. Sono juventino e lo sarò per sempre. La Juventus è e sarà per sempre la squadra più importante della mia carriera. L’Atalanta sta facendo una stagione davvero importante, ha giocatori forti e un allenatore esperto. La Juventus, però, non è da meno e quando gioca le finali, soprattutto in Coppa Italia, cerca sempre di portare a casa la coppa. L’Atalanta ha tanta fisicità e impone un ritmo alto alla partita, con e senza palla. Se non stai bene fisicamente ti possono mettere in difficoltà, di conseguenza sarà fondamentale tenere testa ai nostri avversari sotto questo punto di vista. Dal canto nostro dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci concederanno. De Ketelaere è l’esempio lampante di un giocatore che se sta bene nel contesto in cui viene inserito può diventare difficile da fermare. L’ho studiato, lo conosco e mi auguro che domani non ci crei troppi problemi».

Atalanta e Juventus ricevute dal Presidente Mattarella

Nel pomeriggio di martedì il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto  al Quirinale i calciatori, i dirigenti e gli staff tecnici di Atalanta e Juventus. “In bocca al lupo per domani sera, – ha detto il Presidente Mattarella- sono certo che sarà un grande spettacolo di sport, un momento di esaltazione, anche se la tensione delle finali è sempre intensa ma anche per questo sarà uno spettacolo eccezionale […] Il calcio ha accompagnato e accompagna la vita del nostro Paese, anche per questo, ricopre anche una responsabilità importante. Apprezzo molto che giocatori e club siano impegnati in tante attività di valore sociale perchè siete un riferimento per i nostri giovani, per i ragazzi e per i bambini. Bisogna trasmettere il senso del rispetto e della tolleranza anche nelle tribune, negli stadi è particolarmente importante. Così come è importante incentivare criteri di comportamento e abiti mentali di rifiuto delle discriminazioni e senso di solidarietà, tutto ciò che lo sport comporta come valore”.

La Coppa Italia é arrivata a Roma

La Coppa Italia é arrivata a Roma Termini in perfetto orario alle ore 13.40 di martedì. A bordo del Frecciarossa 1000, ad accompagnare la coppa che Atalanta e Juventus si contenderanno allo stadio “Olimpico”, tanti Ambassador e Legend di Lega Serie A: Massimo Ambrosini, Cristian Brocchi, Ciro Ferrara, Alessandro Matri, Giampaolo Pazzini, Fabio Quagliarella, Andrea Ranocchia, Glenn Stromberg, Luca Toni, Christian Vieri, Cristian Zaccardo, Gianluca Zambrotta. Ad attenderli al binario 1 della Stazione di Roma erano presenti Bernardo Corradi, Luigi Di Biagio, Dario Marcolin, Christian Panucci, David Pizarro, Francesco Totti.

Una partita all’insegna dell’inclusione

In occasione della Finale di Coppa Italia Frecciarossa 2023/2024, Lega Serie A ha predisposto per la prima volta in assoluto due iniziative dedicate ai tifosi con disabilità visiva e/o uditiva, al fine di rendere la partita sempre più inclusiva sotto ogni aspetto. Per gli appassionati con deficit uditivo le conferenze stampa pre e post gara delle due formazioni finaliste, Atalanta e Juventus, saranno tradotte nel linguaggio dei segni, così come l`Inno di Mameli cantato da Al Bano. In particolare, per l`esecuzione dell`Inno è prevista un`organizzazione speciale: il servizio di traduzione sarà gestito da una performer/ traduttrice sorda che, con il supporto di un’ interprete LIS, effettuerà la traduzione in lingua dei segni italiana. Ad un gruppo di tifosi ciechi o ipovedenti presenti allo stadio, invitati da Lega Serie A in collaborazione con l’Associazione UICI Roma, sarà invece fornito un servizio dedicato con commento audio-descrittivo della partita, accessibile tramite un link direttamente dai propri smartphone con l`utilizzo di semplici auricolari. Il servizio “Connect Me Too” riporterà fedelmente a chi è in ascolto, attraverso una cronaca iper descrittiva curata da un professionista appositamente formato, non soltanto ciò che accade sul rettangolo di gioco, ma anche a bordocampo, in panchina e sugli spalti. Raccontando ogni singolo dettaglio si abbattono le differenze e si supera ogni confine, creando un coinvolgimento totale degli ascoltatori.

La prima partita in Italia ispirata a principi di Sostenibilità

Si è svolta martedì mattina, allo stadio ‘Olimpico’ di Roma, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative messe in campo da Lega Serie A, Sport e Salute, Roma Capitale e Roma Servizi per la Mobilità per la realizzazione della Finale di Coppa Italia Frecciarossa 2023/2024, nell’ambito del progetto “ROAD TO ZERO”. La Finale sarà il primo evento calcistico in Italia che, grazie alla collaborazione con l’Uefa, sarà incentrato sulla Sostenibilità sotto ogni suo aspetto organizzativo, al fine di ottenere una sensibile riduzione del relativo impatto Ambientale ed effetti positivi in termini Sociali e di Governance (Principi ESG).

Alla presenza del Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, del Direttore Social & Environmental Sustainability della Uefa, Michele Uva, del Presidente di Sport e Salute, Marco Mezzaroma, del Presidente e AD di Roma Mobilità, Anna Donati, dell’Assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè e di Cristiana Pace, Strategic Advisor, Environmental Social and Governance (ESG) in Sport, sono stati illustrati tutti gli interventi che Lega Serie A, Sport e Salute e Roma Servizi per la Mobilità, in seguito al Protocollo di Intesa firmato lo scorso 19 aprile, hanno realizzato per l’organizzazione dell’evento, nel quadro del progetto “ROAD TO ZERO” di Lega Serie A che ha ricevuto anche il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica su iniziativa del Sottosegretario Claudio Barbaro.

Il progetto è in linea con la Strategia di Sostenibilità 2030 della UEFA “Strenght Through Unity” e si inquadra all’interno della Strategia 2030 “CSR – Calcio Social Responsibility” della Lega Serie A, che nel 2022 è stata scelta dal massimo organismo del calcio europeo come prima Lega calcistica per avviare un progetto pilota ed intraprendere un percorso ambizioso, volto a perseguire e concretizzare gli obiettivi di sostenibilità prefissati entro il 2030, monitorando e misurando i risultati attraverso specifici indicatori di performance.

Gli interventi realizzati dagli stakeholder coinvolti nell`organizzazione e nella logistica della partita hanno riguardato 3 aree di intervento (AMBIENTALE, SOCIALE, GOVERNANCE) sulle quali si è intervenuti attraverso un’ampia gamma di azioni.

Atalanta e Juventus in Coppa Italia

Gli orobici hanno eliminato il Sassuolo imponendosi per 2-1 e il Milan per 1-2 ai quarti di finale. In semifinale invece hanno avuto la meglio sulla Fiorentina (0-1 all’andata e 4-1 al ritorno). I bianconeri si sono qualificati battendo la Salernitana col punteggio tennistico di 6-1 e per 4-1 contro il Frosinone. In semifinale hanno eliminato la Lazio (2-0 all’andata e 2-1 al ritorno).

Atalanta e Juventus in campionato

In campionato la squadra di Gasperini, dopo il successo casalingo per 2-1 contro il Monza,  é quinta con 63 punti, frutto di diciannove vittorie, sei pareggi e dieci sconfitte, sessantacinque gol fatti e trentanove subiti. Deve ancora recuperare la partita contro la Fiorentina, rinviata lo scorso 17 marzo a causa del malore, poi fatale, che aveva colpito il Direttore Generale viola Joe Barone prima del calcio di inizio. A coronamento di una stagione straordinaria, va ricordato anche che l’Atalanta é finalista di Europa League e il prossimo 22 maggio affronterà a Dublino il Bayer Leverkusen.

I bianconeri, grazie proprio alla vittoria dell’Atalanta sulla Roma, hanno la matematica certezza di partecipare alla prossima edizione della Champions League nonostante siano reduce da un sofferto 1-1 contro la già retrocessa Salernitana. Gli uomini di Allegri sono terzi, a pari merito con il Bologna, a quota 67. Il loro percorso racconta di diciotto partite vinte, tredici pareggiate e cinque perse, quarantanove reti realizzate e ventotto incassate.

Nelle ultime cinque sfide l’Atalanta ha collezionato tredici punti, la Juventus soltanto cinque (non vince dallo scorso 7 aprile).

Precedenti e statistiche

Sono centoquarantaquattro i precedenti tra le due compagini, con il bilancio di settantaquattro affermazioni per la Juventus, cinquantadue pareggi e diciassette successi per l’Atalanta. All’andata, lo scorso 1 ottobre, finì a reti inviolate. Al ritorno, il 10 marzo, finì 2-2.

La Juventus si già aggiudicata la Coppa Italia quattordici volte; l’Atalanta quattro (ultima volta nel 1963, doodiché ha perso quattro finali nel 1987, 1996, 2019 e 2021).

L’arbitro

A dirigere la gara sarà Fabio Maresca della sezione di Napoli, coadiuvato dagli assistenti Bindoni e Tegoni e dal quarto uomo Mariani. Al VAR ci sarà Marini, assistito da Di Paolo. L’assistente arbitrale di riserva sarà Liberti.

La presentazione del match

COME ARRIVA L’ATALANTA – Assenti gli infortunati Holm e Kolasinac e lo squalificato Scamacca.  Gasperini dovrebbe affidarsi al modulo 3-4-1-2 con Carnesecchi tra i pali e  con una difesa a tre formata da De Roon Hien e Dijmsiti. In mezzo Ederson e Pasalic mentre Hateboer e Ruggeri dovrebbero ultimare la linea di centrocampo. Tra linee Koopmeiners,  a sostegno della coppia di attacco composta da De Keteleare e Lookman.

COME ARRIVA LA JUVENTUS – Indisponibili Alex Sandro, Danilo, De Sciglio; squalificati Locatelli, Fagioli e Pogba. Allegri dovrebbe rispondere con il modulo 3-5-2 con Perin in porta e Gatti, Bremer e Rugani pronti a formare il blocco difensivo. In cabina di regia Nicolussi Caviglia con McKennie e Rabiot mentre sulle corsie esterne dovrebbero agire Cambiaso e Kostic. Davanti Chiesa e Vlahovic.

Le probabili formazioni di Atalanta – Juventus

ATALANTA (3-4-2-1): Carnesecchi; de Roon, Hien, Djimsiti; Hateboer, Ederson, Pasalic, Ruggeri; Koopmeiners, De Ketelaere; Lookman. Allenatore: Gasperini.

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, McKennie, Nicolussi Caviglia, Rabiot, Kostic; Chiesa, Vlahovic. Allenatore: Allegri.

Dove vedere la partita in tv e streaming

L’incontro sarà trasmesso in diretta e in esclusiva su Canale 5. In streaming su Mediaset Infinity e Sportmediaset.

Il Grande Evento della finale

Assieme ai tifosi presenti allo stadio saranno collegati per vivere tutte le emozioni dell’evento oltre 180 territori in tutto il mondo, attraverso più di 40 broadcaster esteri che trasmetteranno il match.

Saranno molte le autorità e i rappresentanti delle istituzioni che siederanno in tribuna, insieme ai Presidenti delle squadre di Lega Serie A e ai numerosi Ambassadors intervenuti all’evento: Massimo Ambrosini, Cristian Brocchi, Bernardo Corradi, Alessandro Del Piero, Luigi Di Biagio, Ciro Ferrara, Dario Marcolin, Alessandro Matri, Christian Panucci, David Pizarro, Giampaolo Pazzini, Fabio Quagliarella, Andrea Ranocchia, Glenn Stromberg, Luca Toni, Francesco Totti, Christian Vieri, Cristian Zaccardo, Gianluca Zambrotta.

Per il match dello stadio Olimpico di Roma verrà utilizzato il pallone speciale Puma Orbita di colorazione oro, impreziosito dalla scritta “Atalanta-Juventus – Roma, 15 Maggio 2024”, realizzato esclusivamente per la Finale.

Prima della partita i ragazzi degli oratori che hanno conquistato la finale della “Junior TIM Cup – Keep Racism Out” avranno l’opportunità unica di aggiudicarsi la vittoria del torneo, sfidandosi sul prato dello stadio Olimpico.

RDS 100% Grandi Successi si occuperà durante tutto il pre-partita, da una postazione a loro dedicata dell’intrattenimento del pubblico presente sugli spalti.

Sarà Al Bano ad eseguire l’Inno di Mameli allo stadio Olimpico prima del match, con le due formazioni e gli ufficiali di gara già allineati sul terreno di gioco.

Philadelphia sarà Event Partner della Finale e aprirà la cerimonia di apertura con un video, prodotto per l’occasione, che vedrà protagonisti il Calcio e l’Amicizia. Inoltre, Philadelphia porterà allo stadio Olimpico, per la prima volta, la Friends Cam: nel corso dell’evento due legend di Lega Serie A lanceranno la Philadelphia Friends Cam, che immortalerà i tifosi delle due squadre avversarie abbracciarsi in segno di amicizia.

Master Group Sport, leader nello Sport Marketing e accreditata nell`organizzazione di cerimonie di grandi eventi sportivi, nazionali e internazionali, anche quest`anno sarà al fianco della Lega Serie A nel coordinamento della Cerimonia di apertura della Finale Coppa Italia Frecciarossa. Master Group Sport ha ideato, per l`occasione, uno storytelling dal forte impatto con l`obiettivo di coinvolgere sia il pubblico in stadio che quello a casa attraverso tecnologie innovative e giochi di luce creando un`esperienza di spettacolo memorabile.

Per questo importante evento Master Group Sport ha scelto di farsi affiancare dalla Direttrice Artistica e Creativa Anghela Alò, regista e autrice specializzata in cerimonie e grandi eventi in tutto il mondo.

Prenderanno parte alla Cerimonia di Apertura anche i Rockin`1000 – The Biggest Rock Band on Earth – che si esibirà in un medley di iconici brani rock eseguiti da 100 artisti contemporaneamente.

Il miglior giocatore della Finale riceverà, al termine della gara direttamente sul terreno di gioco, il premio MVP powered by Socios.com. Nei giorni successivi al match, inoltre, gli appassionati potranno aggiudicarsi all’asta, attraverso l’app Socios.com, i palloni dei gol di Atalanta-Juventus.