Catania: undici che perde, cambia: Biagianti, Potenza e..

260 0

CATANIA La pausa del campionato sta per finire ed anche l’attesa dei sostenitori rossazzurri, che nel frattempo hanno digerito la batosta di Milano. La vendetta va quindi consumata fredda, e probabilmente piovosa viste le avverse previsioni meteo. L’avversario è  di quelli rognosi e tuttavia utili a comprendere se i rossazzurri hanno veramente compiuto quel salto di qualità che i match precedenti la sfida di Milano avevano fatto presagire. Il Chievo ormai è  di casa nella massima serie e ha dato prova negli anni di oculatezza nelle scelte e di serietà organizzativa: requisiti indispensabili per non naufragare nel mare della massima serie. Ai ragazzi di Montella urge riscattarsi alla grande fornendo una prova di spessore davanti al pubblico amico. In questa prospettiva il recupero di uomini importanti si rivela positivo, ampliando le possibilità di scelta del mister etneo.

Per quanto ci riguarda, cerchiamo di trarre profitto dalla sconfitta di Milano per proporre alcuni cambiamenti nello schieramento dell’undici rossazzurro. Con Andujar a difesa dei pali proponiamo un ritorno alla difesa a quattro, reintegrando Potenza sulla fascia destra ed accordando un turno di riposo a Legrottaglie, la cui prova al Meazza non è stata convincente. Al centro della difesa schieriamo Bellusci e Spolli ed affidiamo a Marchese il compito di occupare, il più efficacemente possibile, la fascia sinistra.

Centrocampo a tre con la conferma di Lodi ed Almiron e l’inserimento di Biagianti, ormai pronto a rientrare nei ranghi. Dietro le punte ci affidiamo all’estro di Ricchiuti, capace di creare scompiglio in una retroguardia avversaria che sappiamo essere molto ben organizzata. La coppia di attaccanti resta quella formata da Bergessio e Gomez, il cui ottimo stato di forma è confermato dagli allenamenti svolti in settimana.

Decidiamo quindi di schierare la seguente formazione:

Catania (4-3-1-2)  Andujar 6, Potenza s.v., Bellusci 6, Spolli 6, Marchese 6.5, Lodi 7,Biagianti s.v., Almiron 6, Ricchiuti 6, Gomez 6.5, Bergessio 7.

In panchina: Campagnolo s.v., Alvarez s.v, Capuano s.v., Llama s.v., Izco 6, Lopez 6, Catellani 6. Per quanto riguarda lo sfortunato match di Milano optiamo per accordare la nostra preferenza alla formazione proposta da “Peppe”: un 5-3-2 che,  visto l’esito dell’incontro, poteva apparire come una soluzione meno “spregiudicata” rispetto allo schieramento  proposto sul campo dal mister Montella.

Invitiamo infine, come consuetudine, i nostri fedeli lettori ad improvvisarsi allenatori ed a proporre la loro formazione anti-Chievo utilizzando l’apposito spazio per i commenti.

[Angelo D. Giuffrida – Fonte: www.mondocatania.com]