Fenucci, Ad Lecce: “Spero in un derby sicuro”

Il derby è alle porte e le dichiarazioni di rito dei due club continuano a susseguersi. A parlare quest’oggi, ai microfoni di Radio Sportiva, è stato l’amministratore delegato del Lecce, Claudio Fenucci, che ha parlato di tante cose, tra cui la sicurezza in occasione della gara di domenica contro i biancorossi:

“Io credo che tutti i derby siano delle partite molto sentite dalla tifoserie, però i sentimenti non devono mai andare oltre i livelli di civiltà. C´è bisogno di calma e serenità per riportare tutto su una lotta sportiva senza andare oltre, com’è successo a Bari. Fra Lecce e Bari c´è tanta rivalità ma noi abbiamo sempre cercato di collaborare con la società rivale per offrire una festa calcistica”.

Poi, il dirigente salentino si sofferma sulle difficoltà che la lotta per non retrocedere presenta: “Siamo abituati a questi finali difficili: in Serie A abbiamo sempre lottato per non retrocedere mentre in B per salire nella massima serie quindi siamo abituati a vivere con tensione le partite finali di ogni campionato. L´allenatore ed il suo staff stanno lavorando bene, siamo fiduciosi che il campionato possa finire nel migliore dei modi. Nella squadra c´è sempre stata la consapevolezza che avremmo potuto centrare la salvezza, nonostante fossimo una formazione neopromossa. IL Lecce ha raccolto meno di quello che ha meritato: abbiamo perso tanti punti soprattutto nei minuti finali delle partite. Il gol di Chevanton allo scadere del tempo, nell´ultima partita contro il Napoli, è una sorta di compensazione per tutto quello che abbiamo perso. Ci aspettano due incontri delicatissimi e siamo concentrati sul derby. La salvezza ce la giochiamo contro la Samp”.

Continua commentando la situazione della tifoseria leccese, decisa a non seguire la squadra durante il derby al San Nicola: “Alla luce del buon andamento del match d´andata, abbiamo chiesto che fosse consentita la possibilità di poter vendere i biglietti ad alcuni tifosi che non hanno la tessera del tifoso, invece ci è stato negato. Ci saranno solo i tifosi che posseggono la tessera del tifoso e sono previsti almeno 1500 leccesi”.

[Marco FomaroFonte: www.tuttobari.com]