Milan – Inter 0-3: i nerazzurri si aggiudicano la Supercoppa!

2168

Milan Inter cronaca diretta live risultato tempo reale

La partita Milan – Inter di Mercoledì 18 gennaio 2023: la squadra di Inzaghi passa in vantaggio dopo soli 10′ con Dimarco e raddoppia al 20′ con Dzeko; nella ripresa Lautaro sigilla il risultato

RYHAD – Mercoledì 18 gennaio alle 20:00 ore italiane, al King Fahd International Stadium di Riyadh, il Milan affronterà l’Inter nella sfida che metterà in palio la trentacinquesima edizione della Supercoppa Italiana. I rossoneri, Campioni d’Italia in carica, affronteranno i nerazzurri, detentori del trofeo e vincitori della Coppa Italia nella passata stagione, in Arabia Saudita.

Indice

Il trofeo torna a disputarsi in Arabia dopo le edizioni 2018/19 e 2019/20: nel primo caso la Juventus sconfisse il Milan al King Abdullah Sports City Stadium di Gedda, mentre l’anno successivo fu la Lazio a trionfare contro i bianconeri al King Saud University Stadium di Riyadh. In generale, per la dodicesima volta la Supercoppa verrà giocata al di fuori dell’Italia. Nella sua storia l’Inter ha disputato due edizioni del trofeo all’estero: i nerazzurri hanno affrontato la Lazio nella stagione 2009/10 a Pechino e il Milan nell’annata 2011/12, sempre nella capitale cinese. Ecco come le due squadre si presentano all’appuntamento.

La squadra di Inzaghi, dopo aver battuto il Verona con gol decisivo di Lautaro nei primi minuti di gioco, ha agganciato al terzo posto la Juventus; sono però a dieci lunghezze dalla capolista Napoli, con 37 punti, frutto di dodici vittorie, un pareggio e cinque sconfitte, trentotto gol fatti e ventiquattro subiti. Al secondo posto, con un punto in più , c’é proprio il Milan, che però non sta attraversando un buon momento. Eliminato dalla Coppa Italia dal Torino, sabato scorso i rossoneri non sono andati oltre il 2-2 a Lecce rischiando addirittura la sconfitta;  sono a quota 37 con un percorso di undici partite vinte, quattro pareggiate e due perse, trentasette reti realizzate e diciotto incassate. Sono 217 i precedenti in competizioni ufficiali tra le due compagini, di cui: 185 in Serie A, 27 in Coppa Italia, 4 in Champions League e una in Supercoppa Italiana. Il bilancio racconta di 71 successi del Milan, 67 pareggi e 79 affermazioni dell’Inter. L’ultimo confronto risale allo scorso 3 settembre quando la squadra di Pioli si impose per 3-2.

Cronaca della partita e tabellino

RISULTATO FINALE: MILAN - INTER 0-3

La redazione di calciomagazine.net ringrazia per l'attenzione e dà appuntamento ai prossimi live. Buona notte a tutti!

SECONDO TEMPO

51' é finita! L'Inter si aggiudica la Supercoppa italiana!

49' si attende solo il fischio finale

47' deviazione di Lautaro in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner Correa allontana la palla

44' saranno sei i minuti di recupero

43' intervento falloso di Dest ai danni di Lautaro

40' intervento falloso di Bennacer

39' ammonito Tonali per un fallo su Gagliardini

38' doppio cambio nell'Inter: dentro Asslani e deVrij per Calhanoglu e Bastoni

37' resta a terra Calhanoglu infortunato

35' doppio cambio nel Milan: dentro Dest e Rebic e fuori Calabria e Giroud

33' Lautaro Martinez ammonito per eccesso di esultanza

32' TRIS INTER!!!! errore difensivo di Tomori su Skriniar, palla a Lautaro che con un tocco splendido di esterno destro mette la palla alle spalle di Tatarusanu!

31' ammonito anche Theo Hernandez che arriva in ritardo su Correa e commette fallo

30' Calabtia interviene su Correa e allontana la palla in fallo laterale

27' ammonito Calhanoğlu per un fallo su Giroud

24' doppio cambio nell'Inter: dentro Gagliardini e Correa al posto di Barella e Dzeko

23' cross di Calabria, intervento provvidenziale di Bastoni su Leao

21' tiro centrale dalla distanza di leao! Nessun problema per Onana

21' il lancio di Calabria colpisce in pieno Gosens

20' intervento falloso del nuovo entrato de Keteleare

19' triplo cambio nel Milan: dentro origi, De Keteleare e Kalulu al posto di Messias, Diaz e Kjaer

18' intervento falloso di Calahanoglu su Bennacer

17' nell'Inter dentro Gosens al posto di Dimarco, costretto a lasciare il campo

16' rovesciata di Dimarco che di infortuna

14' intervento falloso di Tomori su Barella

13' Barella non riesce a calciare in porta e Tomori chiude su di lui

11' cross di Giroud, Bastoni riesce a mettere la palla in calcio d'angolo- Sugli sviluppi del corner Bastoni allontana la palla

11' Bennacer si coordina e calcioa ma Onana é bravo a farsi trovare pronto

10' doppio calcio d'angolo in favore del Milan senza conseguenze

8' girata di Lautaro in area ma Theo Hernandez riesce a impedirgli il cross

7' trattenuta di Tonali su Barella. Punizione per l'Inter

6' fallo di Bennacer su Bastoni

5' cross di Calabria lungo per tutti. La palla attraversa tutta l'area e si spegne in fallo laterale

3' spledida azione partita da Tonali ma la conclusione di Leao, disturbato da tre avversari, manda la palla sul fondo!

2' Dzeko non riesce ad evitare il fallo laterale

2' tiro da fuori area di Bennacer! Palla altissima sopra la traversa!

1' conclusione potente di Theo Hernandez! Palla alta sopra la traversa!

1' si riparte! Non ci sono stati cambi nell'intervallo

PRIMO TEMPO

49' Maresca fischia la fine del primo tempo. Squadra negli spogliatoi con l'Inter in vantaggio di due gol

49' cross di Dimarco. Tonali allontana la palla

48' fallo ai danni di Brahim Diaz

47' Mkhytarian serve in mezzo Lautaro che non arriva per poco sulla palla

44' i minuti di recupero sono diventati quattro

43' scontro aereo tra Dzeko e Tomori che restano entrambi a terra. Gioco fermo

43' saranno tre i minuti di recupero

43' a Leao non riesce il controllo della palla che termina sul fondo

42' intervento falloso di Tomori su Dzeko

41' Milan più determinato in questao finale di primo tempo

40' sinistro di Tonali! Murato! sinistro di Tomori! palla allontanato!

38' intervento falloso ai danni di Tonali

37' verticalizzazione per Brahim che non arriva in tempo sulla palla

37' Leao tenta la conclusione da lontano, potente ma poco precisa. Palla sul fondo!

36' stavolta é barella a non riuscire a tenere la palla in campo: ancora una rimessa laterale per i rossoneri

36' Acerbi, pressato da messias, non riesce ad evitare il fallo laterale

34' contatto Dzeko-Calabria: il nerazzurro commette fallo

32' cartellino giallo di Barella per un fallo su Tomori

31' intervento energico di Theo Hernandez  suBarella

30' cross di Messias sul secondo palo ma la palla é irraggiungibile per tutti

29' conclusione di Dimarco! tatarusanu allontana la palla!

27' colpo di tacco di Dzeko per l'inserimento di Mkhytarian che viene anticipato in angolo da Bennacer. Sugli sviluppi del corner ottimo intervento di Tatarusanu!

26' fallo ai danni di Lautaro

25' cross di Mkhitarian sul secondo palo per Di Marco che viene anticipato da Tomori

24' Tomori chiude in angolo su Calhanoglu. Sulla battuta del turco é ancora corner

23' sugli sviluppi di un calcio d'angolo per l'Inter nuovo corner. Questa volta Tatarusanu fa sua la palla

22' l'Inter in questa fase sta andando ad un'altra velocità, forte psicologicamente del doppio vantaggio

20' RADDDOPPIO INTER!!!! sulla punizione il Milan si deconcentra, assist si Bastoni per  Dzeko che mette splendidamente la palla sul secondo palo dove nulla può Tatarusanu

20' fallo di Kjaer su Lautaro Martinez

19' Brahim Diaz prova a servire Giroud ma c'é l'uscita di Onana che blocca a terra la palla

81' conclusione al volo di Bennacer! Palla sul fondo!

17' sugli sviluppi del corner la palla viene allontanata

16' supergiocata di Giroud per Brahim Diaz che serve Leao. Conclusione in porta del portoghese e Onana non può far altro che deviare la palla in calcio d'angolo!

15' al termine della ripartenza tiro forte e teso di Messias respinto dalla difesa nerazzurra

15' Calhanoglu batte la punizione ma la palla viene resopinta dalla difesa rossonera

14' intervento falloso di Tonali ai danni di Calhanoglu

13' Dzeko mette la palla in mezzo, Tomori la allontana

12' lancio in avanti di Leao per Messias anticipato da Dimarco

11' Gol confermato. Inter in vantaggio

10' il fuorigioco automatico sta valutando la posizione di Barella

9' INTER IN VANTAGGIO!!!! Imbucata di Dzeko per Di Marco che di prima intenzione spedisce la palla alle spalle di Tatarusanu!

8' lancio lungo di Mkhytarian per Barella che non arriva in tempo sulla palla

7' intervento falloso di Skriniar su Leao

6' Dzeko prova a calciare di sinistro ma non inquadra lo specchio della palla

6' cross di Leao, Acerbi allontana la palla

6' qualche errore di troppo da entrambe le parti dovuto dalla tensione per l'importanza della gara

5' Kjaer mette la palla in fallo laterale

4' punizione battuta da Tonali, che mette la palla in mezzo. Kjaer la allontana

3' intervento falloso di Acerbi su Messias

3' punizione da buona posizione per l'Inter. La batte Di Marco, Calhanoglu mette la palla in mezzo ma Giroud la spazza via

2' fallo netto di Tomori su Dzeko

1' Tomori prova a impostare la manovra ma sbaglia di parecchio la mira e manda la palla in fallo laterale

1' il Milan cerca subito l'imbucata con Tonali che però non arriva in tempo sul pallone

1' partiti! primo pallone battuto dal Milan

le squadre fanno il loro ingresso in campo

Dirige l’incontro Fabio Maresca coadiuvato dagli assistenti Stefano Alassio e Giovanni Baccini, quarto uomo Daniele Chiffi. Al Var Aleandro Di Paolo, assistito da Rosario Abisso.

Un saluto ai lettori di Calciomagazine, benvenuti alla diretta di Milan - Inter per la Supercoppa italiana 2023. Dalle ore 20 seguiremo assieme la sfida che vale il primo trofeo dell'anno.

TABELLINO

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Calabria (dal 35' st Dest), Kjær (dal 19' st Kalulu), Tomori, Hernández; Tonali, Bennacer; Messias (dal 19' st Origi), Díaz (dal 19' st De Keteleare), Leão; Giroud (dal 35' st Rebic). A disposizione: Mirante, Vásquez; Bozzolan, Dest, Gabbia, Thiaw; Adli, Bakayoko, Pobega, Saelemaekers, Vranckx; Rebić. Allenatore: Pioli.

INTER (3-5-2): Onana; Škriniar, Acerbi, Bastoni (dal 38' st deVrij); Darmian, Barella (dal 24' st Gagliardini), Çalhanoğlu (dla 38' st Asslani), Mkhitaryan, Dimarco (dal 17' st Gosens); Džeko (dal 24' st Correa), Martínez. A disposizione: Brazão, Cordaz, Handanović; Bellanova, D'Ambrosio, de Vrij, Dumfries, Zanotti; Asllani, Brozović, Carboni, Lukaku. Allenatore: Inzaghi.

Reti: al 10' Dimarco, la 20' Dzeko, al 32' st Lautaro

Ammonizioni: Barella, Calhanoglu, Theo Hernande, Lautaro, Tonali

Recupero: 4' nel primo tempo e 6' nella ripresa

Formazioni ufficiali di Milan – Inter

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Calabria, Kjær, Tomori, Hernández; Tonali, Bennacer; Messias, Díaz, Leão; Giroud. A disposizione: Mirante, Vásquez; Bozzolan, Dest, Gabbia, Kalulu, Thiaw; Adli, Bakayoko, Pobega, Saelemaekers, Vranckx; De Ketelaere, Origi, Rebić. Allenatore: Pioli.

INTER (3-5-2): Onana; Škriniar, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Çalhanoğlu, Mkhitaryan, Dimarco; Džeko, Martínez. A disposizione: Brazão, Cordaz, Handanović; Bellanova, D’Ambrosio, de Vrij, Dumfries, Zanotti; Asllani, Brozović, Carboni, Gagliardini, Gosens; Correa, Lukaku. Allenatore: Inzaghi.

Le dichiarazioni di Pioli alla vigilia

“È una partita importante che mette in palio un trofeo. Contro l’Inter nelle ultime stagioni sono sempre state sfide intense, energiche. È la vigilia di una Finale, non è né più facile o difficile. Loro sono un’avversaria forte che ci ha sempre creato difficoltà anche nelle partite che abbiamo vinto. Dovremo mettere in campo la migliore prestazione possibile. Il fatto che ci sarà un trofeo in palio aumenta l’importanza della partita, e di conseguenza dovrà crescere il nostro livello di gioco. Non siamo la squadra del primo tempo di Lecce, abbiamo dimostrato la qualità che abbiamo e mi aspetto una squadra di livello. Quello che è successo in campionato o in Coppa Italia non conta niente: è un’altra partita, ce la vogliamo giocare. […] Dobbiamo cercare di difendere meglio, stiamo subendo troppi gol, dobbiamo ritrovare la compattezza difensiva. Abbiamo commesso degli errori quando abbiamo preso gol, dobbiamo fare meglio. Stare fermi quasi 50 giorni e riprendere con così tanta continuità e tante partite può essere pesante per i giocatori, è una chiave di lettura. Credo però che nell’arco della stagione sia impossibile, per qualsiasi squadra, attraversare dei momenti in cui hai una flessione: finora solo il Napoli non l’ha avuta. Al campionato ci penseremo da quando torneremo a Milano. Siamo qui con merito, perché abbiamo vinto lo Scudetto: è un nostro obiettivo”.

Le dichiarazioni di Inzaghi alla vigilia

“Sappiamo l’importanza della partita, è un derby e una finale per questo ha un’importanza ancora maggiore. È il primo trofeo stagionale e vogliamo fare una grande gara. Lo considero un trofeo, non tutte le squadre riescono ad arrivarci. È il proseguo della scorsa stagione, sappiamo cosa rappresenta, l’anno scorso l’abbiamo vinto e vogliamo difenderlo con tutte le nostre forze. Il derby è una partita particolare, ne abbiamo giocati tanti la scorsa stagione, ne abbiamo vinti e persi. Sono sempre partite particolari decise da episodi, quest’anno l’abbiamo perso non meritandolo, nel primo tempo il Milan è stato superiore, nel secondo tempo l’Inter non avrebbe meritato la sconfitta [..] Domani è una finale quindi non si guardano calendari, stanchezza, infortuni, è una partita che vale tanto. Condizionerà, come sempre se ne parlerà, l’anno scorso mi ricordo che abbiamo goduto il giusto dopo il successo nella finale di Supercoppa vinta contro la Juventus perché qualche giorno dopo eravamo in campo a Bergamo. Il calcio va sempre avanti, tre giorni dopo l’anno scorso già si parlava dello 0-0 a Bergamo, noi dobbiamo essere bravi a pensare di partita in partita, ora pensiamo al Milan, una gara che stiamo preparando nel migliore dei modi: la squadra dovrà fare una corsa per il compagno perché in queste gare è l’unico modo per non avere rimpianti. Troviamo una formazione con attaccati di valore, sappiamo che dobbiamo lavorare di squadra perchè quando si subisce gol si parla dei difensori, ma l’Inter deve fare la fase offensiva e difensiva da squadra, solo così si vincono partite importanti […] Ho avuto la fortuna di giocare tante finali da giocatore e allenatore, sono partite a sé dove ci saranno tanti tratti di gara in cui la squadra dovrà saper gestire il momento. Il mio augurio è che la squadra stia sempre in partita. Il Milan ha grandi qualità, è una formazione evoluta che sta facendo un buon percorso in campionato come l’Inter, come l’Inter ha fatto bene Champions, poi c’è stata l’eliminazione in Coppa Italia ma capita quando si incontrano squadre preparate e si giocano tante partite ravvicinate”.

Le parole di Mkhytarian alla vigilia

“Siamo arrivati pronti, non sarà una partita facile: abbiamo bisogno di una partita perfetta come contro il Napoli due settimane fa e prima ancora contro il Barcellona. Affronteremo una squadra forte, ma lo siamo anche noi. Spero che sia la prima (finale con l’Inter, ndr), ma non l’ultima: spero di giocare molte finali con l’Inter. Non mi pento mai delle mie scelte: quando sono arrivato a Roma il mio primo obiettivo era vincere qualcosa e ci sono riuscito, ora voglio vincere con l’Inter. Questa è la cosa più importante. […] Ho giocato tante finali, ma è la prima volta che gioco in Supercoppa contro il Milan: è qualcosa di nuovo anche per me, ma di solito in queste partite ciò che conta è rimanere lucidi e avere tanta attenzione. Dobbiamo rimanere concentrati per mettere in campo il nostro stile di gioco. Ho vinto quattro Supercoppe e spero di vincere la quinta, è molto importante per la mia carriera e per il Club. Nell’ultima partita con il Milan non eravamo al top, ma in seguito abbiamo giocato contro squadre molto forti vincendo. Vogliamo riuscire a mantenere alto il nostro livello di gioco domani per vincere la partita. Non ci sono favoriti in queste partite, non sono importanti gli ultimi risultati del Milan. Dobbiamo pensare a noi stessi: se giochiamo come sappiamo nulla può fermarci”.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Fabio Maresca della sezione di Napoli, coadiuvato dagli assistenti Stefano Alassio e Giovanni Baccini, mentre il quarto uomo sarà Daniele Chiffi. Al VAR ci sarà Aleandro Di Paolo, assistito da Rosario Abisso. Riserva: Alessandro Lo Cicero

Presentazione del match

QUI MILAN – Assenti gli infortunati Maignan, Florenzi, Ibrahimovic,  Krunic, Ballo-Touré e Rebic. Pioli dovrebbe affidarsi al consolidato modulo 4-2-3-1, con Tatarusanu in porta e con la difesa a quattro composta dalla coppia centrale Kalulu-Tomori e sulle fasce da Calabria e Theo Hernandez. In mediana spazio a Bennacer e Tonali.  Sulla trequarti Saelemaeers, Brahim Diaz e Leao, di supporto all’unica punta Giroud.

QUI INTER – Inzagi spera di recuperare in extremis Brozovic ma dovrà ancora fare a meno di Lukaku e Handanovic. Il tecnico nerazzurro dovrebbe rispondere col consueto modulo 3-5-2 con Onana tra i pali e difesa a tre composta da Skriniar, Acerbi e Bastoni. In cabina di regia  Calhanoglu affiancato da Barella e Mkhytarian mentre sulle corsie esterne dovrebbero agire Dramian e Dimarco. Coppia di attacco formata da Dzeko e Lautaro.

Le probabili formazioni di Milan – Inter

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Saelemaekers, Brahim Diaz, Leão; Giroud. Allenatore: Stefano Pioli

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Lautaro Martinez, Dzeko. Allenatore: Simone Inzaghi

Regolamento della competizione

Se al termine dei 90′ la partita sarà in parità, si disputeranno due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno. In caso di ulteriore parità si procederà ai calci di rigore.

Come nei match di campionato, le squadre potranno effettuare cinque sostituzioni utilizzando tre differenti slot, oltre all’intervallo. Nel caso in cui il match dovesse proseguire ai tempi supplementari sarà consentito un quarto slot per effettuare sostituzioni, oltre alla possibilità di effettuarle prima dell’inizio del primo e del secondo tempo supplementare. Importante: in caso di disputa dei tempi supplementari sarà consentito effettuare una sesta sostituzione.

L’Albo d’oro della competizione

A Riyadh l’Inter parteciperà alla Supercoppa Italiana per l’undicesima volta nella sua storia. La prima partecipazione dei nerazzurri è datata 1988: nei dieci precedenti l’Inter ha conquistato sei trofei, incluso quello dello scorso anno: 1989, 2005, 2006, 2008, 2010, 2021. Il Milan parteciperà alla Supercoppa per la dodicesima volta nella sua storia. I rossoneri hanno trionfato in 7 edizioni: 1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011, 2016.

Inter e Milan si sono affrontate una sola volta nella Supercoppa Italiana, nel 2011 allo “Stadio Nazionale” di Pechino: vittoria dei rossoneri per 2-1, ai nerazzurri non bastò il gol di Sneijder.

Nelle sue 10 partecipazioni – 7 delle quali di fila, dal 2005 al 2011 – l’Inter ha disputato i tempi supplementari in quattro occasioni, vincendo il trofeo una volta ai calci di rigore (nel 2008 contro la Roma) e trionfando tre volte entro i 120′. Tra queste, l’ultima risale alla scorsa edizione quando a San Siro i nerazzurri sconfissero la Juventus rimontando lo svantaggio iniziale grazie a un gol su rigore di Lautaro Martinez e alla rete decisiva di Alexis Sanchez, arrivata al 121′. (Fonte: sito ufficiale Inter)

    • Juventus 9 (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013, 2015, 2018, 2020)
    • Milan 7 (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011, 2016)
    • Inter 6 (1989, 2005, 2006, 2008, 2010, 2021)
    • Lazio 5 (1998, 2000, 2009, 2017, 2019)
    • Roma 2 (2001, 2007)
    • Napoli 2 (1990, 2014)
    • Sampdoria 1 (1991)
    • Parma 1 (1999)
    • Fiorentina (1996)

Curiosità e statistiche

Divock Origi potrebbe disputare la sua 8ª finale in tutte le competizioni nei maggiori cinque campionati europei, nella Finale di Champions League giocata con la maglia del Liverpool contro il Tottenham ha pure trovato il gol. Davide Calabria e Tiémoué Bakayoko sono gli unici rossoneri reduci dalla Supercoppa Italiana del 2019. Olivier Giroud ha preso parte a quattro reti nelle quattro sfide disputate contro l’Inter tra tutte le competizioni: tre gol e un assist, inclusa una doppietta, in Serie A, il 5 febbraio 2022. Edin Džeko ha segnato sei gol contro il Milan, tutti in Serie A, e tre dei quali di testa. Sia Olivier (36 anni, 110 giorni) che Edin (36 anni, 307 giorni), dovessero segnare in questa Finale, supererebbero il record di Cristiano Ronaldo (35 anni, 350 giorni contro il Napoli nel 2021) come marcatore più anziano nella storia della Supercoppa Italiana. (Fonte: sito ufficiale Milan)

Dove vedere la partita in tv e streaming

L’incontro sarà trasmesso in diretta e in esclusiva, in chiaro, da Mediaset su Canale 5 e in streaming attraverso la app o il sito di Mediaset Infinity.