Milan – Inter 3-2: Leao e Maignan protagonisti nel derby

3570

Milan Inter cronaca diretta live risultato tempo reale

La partita Milan – Inter di Sabato 3 settembre 2022 in diretta: l’attaccante rossonero manda in tilt la difesa nerazzurra, il portiere decisivo in almeno tre episodi a frenare la reazione avversaria

MILANO – Sabato 3 settembre, allo Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, andrà in scena Milan – Inter, anticipo della quinta giornata di Serie A 2022-2023; calcio di inizio alle ore 18. Una sfida dal sapore di Scudetto con in palio punti pesantissimi per la corsa al titolo, di voglia di riscatto di qualche prestazione al di sotto delle aspettative per i rossoneri e di rivincita per come andata nella passata stagione per i nerazzurri. Un’anticipazione della gara che a gennaio vedrà le due squadre nuovamente contrapposte per contendersi la Supercoppa Italiana.

Cronaca della partita con commento in tempo reale

A cura di Alessandro Gulizia

RISULTATO FINALE: MILAN - INTER 3-2

SECONDO TEMPO

51' è finita! Il Milan supera l'Inter per 3-2 in rimonta e grazie alla reti di Giroud e doppietta di Leao. Si chiude qui la cronaca di un derby spettacolare con belle giocate favorite da coperture difensive non sempre perfette. Vi ricordiamo che dalle 20:45 trovate la cronaca anche di Lazio - Napoli sempre su Calciomagazine

51' verticalizzazione di Diaz per Origi, conclusione in area alta

50' destro insidioso dal volo dai 25 metri di Mkhitaryan e palla di poco a lato!

48' giallo a D'Ambrosio e Leao per spinte reciproche a palla lontana

47' rilancio lungo di Handanovic, prova a colpire di testa in anticipo Dzeko ma viene visto un fallo di Calhanoglu

45' angolo dalla sinistra per l'Inter: alla battuta Dimarco, primo tentativo allontanato dalla difesa, sul secondo sale bene in alto Maignan e blocca la palla

45' bella sgroppata a destra di Diaz, scarico di Leao che in area impatta male sul pallone alzando la mira

44' 5 minuti di recupero

40' possesso palla Milan che prova a congelare il match dopo aver corso qualche rischio di troppo sul 3-2

39' in campo Gosens e D'Ambrosio per Darmian e De Vrij

38' dentro Kjaer e Pobega per Calabria e Tonali

37' ci prova dal vertice sinistro dell'area Origi ma non inquadra lo specchio della porta

36' uno contro uno di Leao in area su Skriniar che questa volta è bravo a intervenire in scivolata e a impedire la conclusione

35' chiusura di Mkhitaryan su Origini alla trequarti con il rossonero che si è un pò allungato la sfera

32' strepitoso Maignan!!! Palla recuperata da Dzeko per Calhanoglu, bolide da fuoriarea con palla indirizzato sotto l'incrocio dei pali alla destra ma con la mano il portiere indirizza in angolo! Sul corner nulla di fatto con Maignan ad allontanare di pugni 

30' punizione di Calhanoglu, mischia in area con la difesa che si rifugia in angolo. Batte Calhanoglu, allontana di testa Tomori

29' altro intervento di Maignan con i piedi sulla conclusione appena dentro l'area di Dzeko!

27' dentro Origi e Saelmaekers per Giroud e Messias

25' grande intervento di Maignan! Su cross di Dumfries colpo di testa ravvicinato di Lautaro ma grande balzo del portiere a salvare la porta! A fine azione giallo a Inzaghi per proteste

23' Lautaro! Azione gol per l'Inter su azione di Dzeko, passaggio per il compagno che calcia di potenza alzando la mira ma in posizione di offside

22' DZEKO!! ACCORCIA L'INTER!!! Gol da killer sul primo palo in anticipo su Tomori e gara riaperta! Nell'occasione bella verticalizzazione di Mkhitaryan per Darmian e sul suo cross basso trova puntuale il compagno con sfera che accarezza il palo prima di superare la linea di porta

18' risponde Inzaghi con tre cambio: dentro Dzeko, Mkhitaryan e Dimarco per Correa, Barella e Bastoni

18' Pioli effettua il primo cambio: fuori De Ketelaere per Diaz

16' LEAOOOO!!! 3-1 MILAN!!! PRODEZZA DELL'ATTACCANTE ROSSONERO! Sponda di Giroud in area con il tacco, sterzata improvvisa del compagno e scatto bruciante con tocco in diagonale delizioso alla sinistra di Handanovic

15' fallo di Skriniar a centrocampo su Tonali, buono il possesso palla della squadra di Pioli in questa fase

12' intervento un pò duro di Bastoni su Messias che resta a terra, gioco fermo. Tutto ok si può riprendere con un angolo per il Milan, allontana la difesa

11' fallo in attacco di De Ketelaere su Skriniar, un pò passivo in occasione del raddoppio assieme ai compagni di reparto

9' GIROUDD!!! VANTAGGIO DEL MILAN!!! Su fallo laterale battuto velocemente su Leao, cross basso verso il primo palo per l'attaccante rapido a girarsi e a colpire sull'angolo lontano dove Handanovic non può arrivarci

6' errore di Messias, scambio tra Darmian e Bastoni. Costretto al fallo su Correa di De Ketelaere, punizione e giallo per l'autore dell'intervento. Batte con il destro quasi dal limite Calhanoglu ma Bennacer respinge in barriera

3' punizione di Tonali, palla che spiove a centroarea dove Theo Hernandez anticipa il marcatore ma spedisce alto

1' pressione alta di Messias su Bastoni costretto a un retropassaggio un pò rischioso su Handanovic e palla in fallo laterale

le squadre sono tornate in campo, si riparte con il calcio d'avvio battuto dall'Inter. Nessun cambio nell'intervallo

ben ritrovati con il secondo tempo della partita. Si attendono le squadre al rientro. Primo tempo equilibrato con i rossoneri che dopo il pari hanno spinto sull'acceleratore mettendo un pò alle corde i cugini

PRIMO TEMPO

46' si chiude il primo tempo del derby di Milano. All'intervallo è 1-1 tra Milan e Inter. Due episodi innescati da degli errori in impostazione e reti da una parte di Brozovic e dall'altra di Leao. Ci prendiamo una piccola pausa e torniamo per il secondo tempo

45' chiusura provvidenziale di Tomori in scivolata sul tentativo in area di Lautaro innescato da Brozovic, c'è l'angolo. Batte Calhanoglu, allontana di testa Giroud

44' 1 minuto di recupero

43' lancio dalla trequarti per Giroud che in area anticipa il marcatore di testa ma alza la mira

40' spinta di Correa su Theo Hernandez, nuova punizione per la squadra di Pioli. Battuta di Bennacer verso il secondo palo per Theo Hernandez che ostacolato da Skriniar colpisce un pò con la fronte, palla sopra la traversa

39' dal gol del pari Inter in grande difficoltà in impostazione del gioco sul pressing rossonero

38' trattenuta di Brozovic al limite dell'area su De Ketelaere, giallo inevitabile per lui. Batte Tonali che trova la barriera, raccoglie palla dai 25 metri Bennacer ma mancino largo

36' cross basso di Messias verso il palo opposto per Leao, decisivo il tocco di Skriniar a sporcare la sfera in angolo. Batte Bennacer e ottimo inserimento sul primo palo in terzo tempo per De Ketelaere ma alza la mira!

35' bell'inserimento di Tonali che scambia con Giroud ma arriva stanco a calciare, basso e centrale, nessun problema per Handanovic e qualche istante più tardi altro break e conclusione di poco alta dal limite di Theo Hernandez

34' lancio di Tonali per Giroud che in area dopo un rimbalzo prova a concludere con il mancino ma non riesce a tenere bassa la sfera

33' con furbizia Giroud protegge palla a centrocampo e prende il fallo da Calhanoglu

31' nuovo episodio di tensione in campo! Contrasto duro di Giroud su Skriniar, Brozovic va a dirgli qualcosa. L'arbitro non gradisce il l'intervento dell'attaccante che viene ammonito

30' si è accesso il derby con due fiammate originati da altrettanti errori difensivi in impostazione

28' LEAO!!! PAREGGIO DEL MILAN!!! Sciagurato passaggio in orizzontale di Calhanoglu sulla trequarti, si inserisce Tonali che vede in area il compagno bravo con il mancino a incrociare, Handanovic tocca ma non salva!

26' prova una girata in area Giroud da posizione un pò defilata, poco angolo per lui e palla di alcuni metri a lato

25' prova a rispondere il Milan: cross di Leao per Calabria che in area fa sponda di testa verso il secondo palo ma non trova compagni sulla traiettoria

21' BROZOVIC!!! VANTAGGIO DELL'INTER!!! Protezione palla di Lautaro a centrocampo, spalle alla porta e sponda per Correa bravo di prima a mandare nel corridorio centrale il compagno. Il centrocampista sfrutta il buco difensivo per presentarsi a tu per due con Maignan e a trafiggerlo con un rasoterra alla sua destra!

18' sulla giocata di prima per Correa, termina in offside Darmian

17' diagonale dal limite dell'area in posizione defilata di Leao a giro, si distende Handanovic per deviare la sfera!

15' traversa per il Milan! Cross ben calibrato di Leao per Giroud, Bastoni sbilanciato dalla punta colpisce di testa verso la sua porta con il legno che salva il portiere ma tutto fermo è fallo in attacco

12' cross dal fondo in area basso di Dumfies sul filtrante di Barella, sulla sfera impatta Brozovic e palla di poco a lato ma c'è stata una deviazione della difesa! Sul corner l'arbitro vede una spinta su De Ketelaere e punizione per la difesa

11' chiusura puntuale di Skriniar su De Ketelaere, nuovo possesso palla per la squadra di Inzaghi

8' cerca di restare alta la squadra di Pioli nella pressione, scambio tra Correa e Dumfries con Theo Hernandez che copre la sfera. A fine azione i due hanno qualcosa da dirsi e l'arbitro è costretto a intervenire per evitare le mani! Il direttore di gara estrae il giallo per i due giocatori, non tollererà simili atteggiamenti

7' appoggio di Barella su Dumfries ma il suo cross quasi dal fondo è troppo lungo per tutti e palla in fallo laterale

6' cross di Leao in area per Messias, sponda di prima per De Ketelaere ma non arriva sulla sfera

5' buono anticipo di Skriniar in anticipo su Leao, quindi Dumfries non riesce a far viaggiare Barella sulla destra

3' guadagna metri la squadra di Pioli sulla sinistra d'attacco con Leao, lancio lungo dalle retrovie per Messias che non può arrivare sulla sfera e rimessa affidata ad Handanovic

1' primo possesso palla per i rossoneri che senza fretta ripartono dal loro portiere

Si parte! Calcio d'avvio battuto dal Milan nella classica maglia rossonera, Inter in quella nerazzurra

Ci siamo! Milan e Inter fanno il loro ingresso sul terreno di gioco, siamo pronti a commentare il derby

17:45 attendiamo solo l'ingresso delle squadre in campo per entrare nel vivo del derby

17:38 le due squadre stanno ultimando il riscaldamento pre partita

Sguardo alle formazioni con Pioli che conferma la formazione tipo con Calabria e Tonali che tornano titolari mentre in avanti De Ketelaere preferito a Diaz con Giroud terminale offensivo. Inzaghi apporta due variazioni alla formazione della vigilia con Darmian per Dimarco e Correa per Dzeko.

Un saluto ai lettori di Calciomagazine, inizia il countdown per il derby tra Milan e Inter. Dalle ore 18 seguiremo in diretta la partita con il commento per non perdere niente di questa super sfida. Da pochi minuti è terminata la prima partita del programma odierno sulla Serie A, Fiorentina - Juventus.

TABELLINO

MILAN (4-2-3-1): 16 Maignan; 2 Calabria (dal 38' st 24 Kjaer), 20 Kalulu, 23 Tomori, 19 Hernandez; 8 Tonali (dal 38' st 32 Pobega), 4 Bennacer; 30 Messias (dal 27' st 56 Saelemaekers), 90 De Ketelaere (dal 18' st  10 Diaz), 17 Leao; 9 Giroud (dal 27' st 27 Origi). A disposizione: 1 Tatarusanu, 83 Mirante, 5 Ballo Touré, 7 Adli, 10 Diaz, 14 Bakayoko, 21 Dest, 24 Kjaer, 27 Origi, 28 Thiaw, 32 Pobega, 40 Vranckx, 46 Gabbia, 56 Saelemaekers. Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij (dal 39' st 33 D'Ambrosio), 95 Bastoni (dal 18' st 32 Dimarco); 2 Dumfries, 23 Barella (dal 18' st 22 Mkhitaryan), 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 36 Darmian (dal 39' st 8 Gosens); 10 Lautaro, 11 Correa (dal 18' st 9 Dzeko). A disposizione: 21 Cordaz, 24 Onana, 5 Gagliardini, 8 Gosens, 9 Dzeko, 12 Bellanova, 14 Asllani, 15 Acerbi, 22 Mkhitaryan, 32 Dimarco, 33 D'Ambrosio, 45 Carboni. Allenatore: Simone Inzaghi.

Reti: al 21' pt Brozovic, al 28' pt Leao, al 9' st Giroud, al 16' st Leao, al 22' st Dzeko

Ammonizioni: Dumfries, Theo Hernandez, Giroud, Brozovic, De Ketelaere, Inzaghi (dalla panchina), D'Ambrosio, Leao

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa

Le formazioni ufficiali del derby

MILAN (4-2-3-1): 16 Maignan; 2 Calabria, 20 Kalulu, 23 Tomori, 19 Hernandez; 8 Tonali, 4 Bennacer; 30 Messias, 90 De Ketelaere, 17 Leao; 9 Giroud. A disposizione: 1 Tatarusanu, 83 Mirante, 5 Ballo Touré, 7 Adli, 10 Diaz, 14 Bakayoko, 21 Dest, 24 Kjaer, 27 Origi, 28 Thiaw, 32 Pobega, 40 Vranckx, 46 Gabbia, 56 Saelemaekers. Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Dumfries, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 36 Darmian; 10 Lautaro, 11 Correa. A disposizione: 21 Cordaz, 24 Onana, 5 Gagliardini, 8 Gosens, 9 Dzeko, 12 Bellanova, 14 Asllani, 15 Acerbi, 22 Mkhitaryan, 32 Dimarco, 33 D’Ambrosio, 45 Carboni. Allenatore: Simone Inzaghi.

Le dichiarazioni di Pioli alla vigilia

“Noi e loro ci conosciamo bene, domani ci saranno più o meno gli stessi giocatori protagonisti nella scorsa stagione. Mi aspetto una partita vibrante: il Derby è il Derby, ci sarà battaglia senza favoriti a priori. Non dovremo mollare un centimetro, dovremo muoverci tanto e bene, mettendoci voglia, sacrificio e aggressività. Spesso, nei recenti Derby, l’Inter è passata in vantaggio ma non sempre perché ci stava mettendo in difficoltà. Loro sono forti da situazioni da fermo, come nelle ripartenze, le nostre scelte saranno fatte anche in conseguenza di questi aspetti. Abbiamo preparato al meglio questa gara, nei minimi dettagli, proveremo a fare il massimo per avere dei vantaggi negli episodi. Stiamo pensando solo al Derby e a come poterlo vincere. Per farlo, bisognerà prendersi anche dei rischi. Abbiamo i nostri concetti di gioco, cercheremo di portarli avanti anche domani con forza ed energia. Mettendoci qualità, fondamentale per vincere questo tipo di gare. Rispettiamo l’Inter ma non abbiamo paura, ce la giocheremo. Siamo dispiaciuti per l’infortunio di Florenzi, è un leader dentro e fuori dal campo. Stiamo ancora valutando come procedere per gestire al meglio il recupero. Origi sta meglio ma sicuramente partirà dalla panchina perché è tornato da poco, è a disposizione ed è un giocatore molto importante per noi. De Ketelaere quando abbiamo la palla è un giocatore da cercare, mentre in fase di non possesso i compiti cambiano per cercare di essere il più compatti e aggressivi possibili. Non sono mai stato preoccupato di una possibile partenza di Leão, l’ho sempre visto pienamente coinvolto e determinato. Giroud è importante, ha spessore, certi ricordi legati al Derby e non solo possono caricarlo. Ibra è sempre vicino a noi”.

Le parole di Inzaghi alla vigilia

Sappiamo cosa rappresenta un derby, per la società e per i tifosi. La squadra ci arriva bene, ha recuperato mentalmente e fisicamente. L’anno scorso abbiamo giocato 4 derby, l’ultimo l’abbiamo vinto 3-0 e ci ha permesso di vincere un trofeo. Il derby di campionato ce lo ricordiamo, ma penso che un derby si carichi da solo. I ragazzi hanno tanta personalità e grande voglia di giocare la partita. Si affrontano le prime due classificate dell’anno scorso, due squadre forti con i propri principi di gioco. Già nelle prime partite abbiamo visto che tutti i match sono equilibrati: gli episodi faranno differenza, dovremo essere bravi a indirizzarli dalla nostra parte. Bastoni non era al 100% prima della partita contro la Cremonese, ma si era reso disponibile a giocare. Oggi tornerà in gruppo e dovrò decidere, come per l’attacco. Senza Lukaku ne ho tre a disposizione: Lautaro martedì è partito dalla panchina, dovrò scegliere il suo partner. Correa ha fatto benissimo e ha segnato, Dzeko ha fatto un lavoro straordinario, mi spiace che abbia trovato il gol. Anche sulle corsie dovrò scegliere. Gosens l’anno scorso è stato fermo 6 mesi, sta lavorando con grande voglia e determinazione. Per domani si vedrà, da quel lato posso scegliere anche Dimarco o Darmian. Con tutte le partite che giocheremo il minutaggio si alzerà per tutti”.

L’arbitro

A dirigere il match sarà Daniele Chiffi della sezione di Padova, coaudiuvato dagli assistenti Meli e Peretti, con Mercenaro quarto uomo. Al Var Di Paolo, Paganesi Avar.

Presentazione del match

Un test importantissimo per entrambe le formazioni in vista delle imminenti partite di Champions League che vedranno il Milan impegnato contro il Salisburgo e l’Inter contro il Bayern Monaco. E, come se non bastasse, a tuttociò va ad aggiungersi l’emozione unica e inspiegabile che solo una Stracittadina può e sa dare e che solo chi l’ha vissuta, da attore o spettatore, può capire. Sarà questa la cornice al Derby della Madonnina numero 217. Sono, infatti, 216 i precedenti in competizioni ufficiali tra le due compagini, di cui: 184 in Serie A, 27 in Coppa Italia, 4 in Champions League e una in Supercoppa Italiana. Il bilancio racconta di 70 successi del Milan, 67 pareggi e 79 affermazioni dell’Inter. L’ultimo confronto risale allo scorso 19 aprile quando i nerazzurri si imposero 3-0 nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia assicurandosi l’accesso alla finalissima che poi vinsero contro la Juventus. Ma torniamo ai giorni nostri  e vediamo come le due squadre si presentano all’appuntamento. Quella di Pioli ha 8 punti, frutto di due vittorie casalinghe (4-2 contro Udinese e 2-0 contro il Bologna) e “soltanto” di due pareggi esterni  (1-1 contro l’Atalanta e 0-0 contro il Sassuolo) perché due soli punti su sei disponibili fuori casa sono un segno che qualcosa va cambiato, e al più presto, prima che si possa creare un gap importante dalle prime dalle classe. Quella di Simone Inzaghi parte con due lunghezze di vantaggio: a quota 10 grazie alle vittorie per 1-2 contro il Lecce, per 3-0 contro lo Spezia e per 3-0 contro la Cremonese. Unico neo di questo inizio di stagione il 3-1 rimediato all’Olimpico contro la Lazio , che , però, sembra non aver inciso sul morale.

QUI MILAN – Pioli, oltre a Ibrahimovic e Krunic, dovrà rinunciare anche a Florenzi, infortunatosi nel corso del secondo tempo della gara con il Sassuolo, e dovrà valutare le condizioni di  Rebic, Origi e Kjaer. Dovrebbe affidarsi al consolidato modulo 4-2-3-1 con Maignan in porta e con la difesa a quattro composta al centro da Tomori e Kalulu e sulle fasce da Calabria e Theo Hernandez. In mediana spazio a Tonali e a Bennacer. Sulla trequarti Saelemaekers, De  Kateleare e Leao, di supporto all’unica punta Giroud.

QUI INTER – Simone Inzaghi dovrà rinunciare a Romero Lukaku, “vittima” di un problema muscolare alla coscia sinistra che probabilmente lo costringerà a saltare anche la gara col Bayern, e probabilmente ancora anche a Mkhytarian e dovrà valutare anche le condizioni di Correa. Il tecnico nerazzurro dovrebbe rispondere col consueto modulo 3-5-2 con Handanovic tra i pali e difesa a tre composta da Skriniar, deVrij e Bastoni. In cabina di regia Brozovic, affiancato da Barella e Calhanoglu, mentre sulle corsie esterne agiranno Dumfries e Dimarco, in vantaggio su Darmian. Coppia di attacco formata da Dzeko e Lautaro Martinez.

Le probabili formazioni di Milan – Inter

MILAN (4-2-3-1): Maignan, Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez, Tonali, Bennacer, Saelemaekers, De Ketelaere, Leao, Giroud. Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Dimarco, Dzeko, Lautaro. Allenatore: Simone Inzaghi.

Dove vedere la partita in tv e streaming

L’incontro sarà trasmesso in diretta da DAZN, la cui app è disponibile sulle moderne smart tv, nelle console per videogiochi o collegando il proprio dispositivo a Google Chromecast e Amazon Firestick. la sfida sarà visibile anche in streaming sull’app di DAZN, accessibile da cellulare e tablet o sul sito ufficiale. La gara sarà visibile anche su Zona DAZN (canale 214 satellite), che può essere attivata dagli utenti che siano già abbonati o da coloro che si abbonino al servizio DAZN, sia “DAZN Standard” che “DAZN Plus” purche’ siano clienti Sky tramite un abbonamento TV attivo.

Il Derby nel mondo

Dall’Indonesia al Giappone, da Trinidad e Tobago al Brasile, fino ad arrivare in Cina, Australia e Canada: saranno più di 150 i paesi collegati per il match che verrà inquadrato da oltre 20 telecamere. Inoltre, saranno presenti nel camera plan anche un drone, per far vivere dal cielo tutte le emozioni del pre-partita, tra cui l’attesissimo arrivo pullman della squadra e la Spider Cam, una speciale telecamera che inquadra il campo, “volando” sopra lo stadio, permettendo così ai telespettatori di immergersi nel gioco con una visuale mozzafiato. Anche la tribuna stampa è gremita, con oltre 150 giornalisti accreditati e 29 fotografi di diverse nazionalità.