Probabile formazione Inter 2021 – 2022

Inter

La probabile formazione tipo dell’Inter, i titolari e la panchina della squadra nerazzurra in campionato per la stagione 2021 – 2022. Aggiornamenti su squalificati, indisponibili e ballottaggi con le ultime dal campo sportivo

Inzaghi per il big match con il Napoli deve verificare la condizione di diversi giocatori. In difesa sembra non destare preoccupazione né de Vrij (risentimento muscolare agli adduttori) che Bastoni (noie muscolari). I due dovrebbero regolarmente in campo con Skriniar, alternativa pronto nel primo caso Ranocchia e nel secondo Dimarco. A centrocampo dovrebbe essere confermato lo stesso visto con il Milan ovveero Darmian e Perisic esterni mentre Barella, Brozovic e Calhanoglu gli interni. In avanti qualche problema muscolare per Dzeko che dovrebbe essere regolarmente in campo con Lautaro Martinez mentre Sanchez accusa noie muscolari e sarà da vedere se verrà convocato.

MODULO 3-5-2

Titolari: Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro Martinez, Dzeko

Panchina: Radu I., Cordaz, Dumfries, Kolarov, Ranocchia, D’Ambrosio, Vecino, Gagliardini, Dimarco, Sensi, Vidal, Correa

Allenatore: Simone Inzaghi

Squalificati:

Indisponibili: Dzeko (dubbio 13° giornata), Bastoni  (dubbio 13° giornata9, De Vrij (dubbio 13° giornata), Sanchez (dubbio 13° giornata)

Diffidati:

Ballottaggi: Bastoni 55%-Dimarco 45%, Calhanoglu 60%-Vidal 40%, Dzeko 60%-Correa 40%

PAROLA A HAKAN …

Sul portale ufficiale della società il centrocampista turco si è raccontato ai microfoni di 433. Parlando del suo arrivo all’Inter, accoglienza e cammino della squadra ha detto: “Ho deciso di venire all’Inter perché volevo una nuova sfida per la mia carriera e ho deciso insieme alla mia famiglia. Sono contento di essere qui, è un grande club che ha vinto lo scudetto l’anno scorso e che gioca in Champions League. Già prima di arrivare sapevo che l’Inter era una squadra forte. Il giorno in cui sono arrivato è stato bello ma non c’era quasi nessuno perché molti erano impegnati in nazionale, poi piano piano sono arrivati tutti ed è stato bello conoscere il gruppo al completo, sono contento di essere parte di questa squadra. Sono in ottimi rapporti con tutti, specialmente con Dumfries e De Vrij, visto che loro parlano olandese, che è simile al tedesco quindi ci capiamo bene. Conoscevo Inzaghi già da quando allenava la Lazio. C’è stato da subito un grande feeling con lui, che è cresciuto con il lavoro quotidiano. Il debutto contro il Genoa è stato speciale, sono stato felice per il gol e per l’assist, volevo dimostrare da subito qualcosa di buono ai tifosi e quel giorno ci sono riuscito. Sogni? Ne ho come tutti ma non ne voglio parlare molto. Ovviamente vogliamo lottare per vincere il campionato, abbiamo sconfitto lo Sheriff in Champions League e adesso vogliamo fare bene con Real e Shakhtar e poi c’è la Coppa Italia”.

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: