Consigli Fantacalcio 2022/2023: guida asta Serie A

66

fantacalcio 1

I consigli sui calciatori di fantacalcio, la formazione vincente per la stagione 2022/2023. Tra giocatori top player e sorprese, ecco chi prendere all’asta e schierare

Sabato 13 agosto torna il campionato di Serie A 2022/2023 con gli anticipi Sampdoria – Atalanta e Milan – Udinese. Per i giocatori di fantacalcio si inizia dunque in anticipo in questa stagione un pò anomala con la pausa per i Mondiali e lo slittamento della conclusione prevista per 4 giugno 2023. Ricordiamo che tra i giochi online sul fantacalcio sono disponibili quelli di Fantamagic.it nella versione Classic e Pro per giocare gratuitamente nella classifica generale a somma punti a girone unico e in quella a scontri diretti con promozioni e retrocessioni. Fino a giovedì 11 agosto per chi è già iscritto sarà possibile confermare la propria partecipazione e quindi il proprio girone di spettanza costruendo una rosa e inviando una formazione. Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno. Di seguito la guida ai giocatori da comprare, ruolo per ruolo, tra top player e possibili sorprese tenendo conto del mercato alla data odierna.

Portieri

In porta il meglio è senza dubbio Maignan. Il francese ha una difesa ermetica ed è il migliore per rendimento. Dietro di lui ci sono solo due certezze: Szczesny e Rui Patricio. Tutti gli altri sono in bilico. Nell’Inter, il ballottaggio HandanovicOnana rischia di far schizzare alle stelle il valore sia del primo che del secondo portiere. Quindi, andateci con i piedi di piombo. Discorso simile alla Lazio dove Maximiano parte titolare, ma con Provedel che sta arrivando. Se lo spagnolo non ingranasse subito ci sarebbero parecchi rischi. Ancora peggio va a Napoli dove è rimasto Meret, ma è partito Ospina e la società ad oggi, non ha ancora un portiere titolare. La Fiorentina ha invece preso Gollini, portiere non certo noto per la sua grande continuità e probabilmente il peggiore tra i portieri delle prime 8 dello scorso anno, fermo restando l’incognita Maximiano. Alla fine, dietro i portieri di Milan, Juve e Roma i migliori rimangono Musso e Silvestri seguiti da Consigli, Skorupski, Montipò, Cragno e Viviano.

Difensori

In difesa le partenze di Molina, Koulibaly e De Ligt, l’addio di Chiiellini, la retrocessione di Acerbi a riserva e la pessima stagione passata di de Vrij hanno fatto perdere parecchie certezze ai fantallenatori. Tra i top, rimangono Hernandez, Dumfries, Singo, Di Lorenzo, Faraoni e Udogie (occhio al mercato per quest’ultimo) tra i terzini, con le possibili sorprese Carlos Augusto, Valeri e Ebosele. Gosens sembra perdere appeal perchè, dopo il brutto infortunio dello scorso anno e il passaggio all’Inter, non è più tornato ai suoi livelli. Discorso simile per Spinazzola che è chiamato a tornare in forma dopo essere stato fermo per gran parte della scorsa stagione. Lazzari, invece, rimane in bilico dopo la sua trasformazione a terzino. Può fare molto bene o molto male. Dodò può essere una trappola. Non puntateci tantissimo.

Tra i centrali, il top sono le coppie delle due milanesi (SkriniarBastoni e TomoriKalulu) e Bremer della Juventus. In seconda battuta c’è il trio SmallingIbanezMancini della Roma. Attenzione ai soliti Toloi e Djimsiti dell’Atalanta, mentre meglio andare con cautela su Romagnoli e Casale della Lazio e Milenkovic-Igor della Fiorentina. Possibile trappola è rappresentata dalla coppia formata da Rrahmani e Kim. Il Coreano è forte, ma non è Koulibaly e il Napoli ha rifatto praticamente tutta la difesa. Tra le possibili sorprese segnaliamo Okoli e Scalvini dell’Atalanta, Erlic del Sassuolo e Benkovic dell’Udinese.

Centrocampisti

Milinkovic-Savic e Lorenzo Pellegrini on fire. Questi sono i due top per antonomasia a centrocampo. Dopo di loro viene una lista di giocatori molto interessanti come Barella, Calhanoglu, Pasalic, Malinovskyi, Barak, Zaccagni, Zielinski, Felipe Anderson e i due neo acquisti dall’estero Kvaratskheila e De Ketelaere. Occhio, però, a questi due: andranno via a tantissimo alle aste, ma potrebbero non valerne la pena perchè sono entrambi molto giovani e hanno necessità di ambientarsi. Quindi non vi aspettate subito che facciano 8-10 reti e 7-8 assist. Discorso a parte meritano Pogba e Wijnaldum. Per curriculum parliamo di due centrocampisti top, ma le ultime annate non sono state esaltanti per nessuno dei due e gli acciacchi fisici si fanno sentire per entrambi. Quindi, occhio a quanto spendete per loro.

Nella lista dei centrocampisti semi-top mettiamo Candreva, Bajrami, Frattesi, Pereyra, Sabiri e Strefezza. Quest’ultimo può essere una vera e propria sorpresa perchè in B ha fatto sfracelli e in A, pur non riptendo gli stessi numeri, può essere uun ottimo colpo. Il centrocampista della Samp, invece, dopo i buoni sei mesi iniziali, può ulteriormente crescere.

In terza fascia mettiamo Chiesa e Zaniolo. Il primo è ancora alle prese con un infortunio importante che lo porterà a saltare gran parte dell’inizio di stagione e ad essere in forma solo a partire dal 2023. Il centrocampista della Roma viene da una stagione molto negativa, riscattata solo dal gol in finale di Conference League e la concorrenza di Dybala potrebbe penalizzarlo. Con loro inseriamo calciatori come Pessina, Koopmeiners, Ederson, Traorè e Soriano. Tutti loro per motivi diversi, rappresentano un rischio, ma anche un possibile buon investimento. Capitolo a parte merita Luis Alberto. Lo spagnolo rimane in bilico tra possibile top e probabile flop e potrebbe anche lassciare la serie A. Andateci cauti.

Tra le sorprese attenzione a Ferguson, Lovric e Thorsvedt. Potrebbero essere acquisti a basso costo, ma dal buon rendimento. Occhio a Ilic. Al Verona o alla Lazio, quest’anno è chiamato a fare un ulteriore salto di qualità.

Attaccanti

All’attacco va ovviamente dato il budget maggiore, diciamo almeno metà di quanto avevate a inizio asta. Il consiglio è mixare bene top e semi top, ma questo dipende molto anche dal numero di partecipanti nella vostra lega. In leghe numerose, ad esempio, dove i top vanno a prezzi più alti, potrebbe essere consigliabile puntare su tre semitop da doppia cifra certa, invece che su un top da 20 e più gol e poi su giocatori da seconda-terza fascia. Tre sono i top di quest’anno in avanti: Lukaku, Vlahovic e Immobile. Il ritorno del belga dà maggior verve alla sfida per la classifica marcatori che sarà senza dubbio un affare a tre.

La conseguenza del ritorno di Lukaku è quella di far scalare tra i semi top Lautaro, in compagnia di Osimhen, Abraham, Leao e Berardi. L’argentino lo scorso anno ha messo a segno 21 gol, ma in questa stagione potrebbe tornare a segnare 4-5 reti in meno, dovendo sacrificarsi di più per la squadra. Osimhen, invece, è chiamato dopo tre anni, a scollinare quota 15 reti, compiendo un ulteriore step nella sua crescita. Abraham, dopo i 17 gol dello scorso campionato, quest’anno avrà un altro partner, Dybala, che potrebbe aiutarlo anche a migliorare ulteriormente il suo score. Leao e Berardi, infine sono due attaccanti che uniscono ai gol una buona quantità di assist che gli permettono dunque di aumentare il rendimento in termini di bonus.

Vi sono poi i giocatori di terza fascia. Qui attenzione, perchè insieme a gente come Arnautovic, Beto, Deulofeu, Raspadori, Caprari, Gonzalez, Di Maria e Giroud, mettiamo anche la coppia atalantina ZapataMuriel e Dybala. In teoria, almeno il primo dovrebbe essere un semi top, ma a farci andare con i piedi di piombo sono gli infortuni fisici di cui entrambi soffrono e che possono limitarne il rendimento. Discorso simile per l’argentino che nel suo primo anno a Roma deve dimostrare di avere le qualità necessarie a caricarsi sulle spalle la squadra.

In quarta fascia occhio a Lozano, Henry, Destro, Jovic e Caputo. Perchè il serbo della Fiorentina è in questa fascia? Perchè al momento rappresenta un rischio. Praticamente non gioca con continuità da due anni ed è molto indietro di condizione. Inoltre gli va dato tempo di assimilare il gioco di Italiano. Occhio, allora!

Tra le possibili sorprese vi segnaliamo quattro nomi: Dani Mota Carvalho, Alvarez, Colombo, Cambiaghi, quattro giocatori che potrebbero riservare delle sorprese e che possono essere presi come sesto slot. Infine, seguite attentamente il destino di Pinamonti. Se va a giocare con continuità, la doppia cifre è assicurata.