Lazio, fantacalcio 2022/2023: guida ai giocatori da comprare

111

lazio fuoco

I consigli sui giocatori della Lazio per il fantacalcio 2022/2023: possibili titolari, sorprese e top players

Dopo il quinto posto dello scorso anno, Lotito ha letteralmente rivoltato la Lazio per renderla più adatta alle idee di Sarri. Finora sono arrivati otto calciatori (Casale, Gila, Cancellieri, Romagnoli, Marcos Antonio, Maximiliano, Vecino e Provedel). Tuttavia, la squadra ha ancora delle questioni da risolvere, prima di tutto quella legata a Luis Alberto. Lo spagnolo spinge per tornare a Siviglia, ma l’offerta per lui non è arrivata. Questa mancata cessione potrebbe finire per penalizzare la squadra, dato che l’indolenza dell’ex Liverpol mal si sposa con l’idea di calcio del tecnico toscano. I biancocelesti hanno l’ambizione di centrare almeno un posto in Champions, anche se la concorrenza è agguerrita. Da vedere se Sarri riuscirà a ripetere il calcio fatto vedere a Napoli e mai più ammirato.

Probabile formazione

La Lazio insisterà sul 4-3-3 anche quest’anno. In porta, Maximiano parte in vantaggio, ma attenzione alla concorrenza di Provedel. Se lo spagnolo non dovesse risultare convincente, l’italiano potrebbe fargli le scarpe. In difesa si partirà con Marusic a sinistra e Lazzari a destra mentre la coppia centrale sarà composta da Romagnoli e Casale con Patric come terzo incomodo. A centrocampo, al momento, Luis Alberto si gioca il ruolo di interno destro con Vecino. L’uruguayano, rispetto allo spagnolo, rispecchia maggiormente lo spirito “sarrista”. In regia ci sarà Marcos Antonio mentre come interno sinistro, Milinkovic-Savic è intoccabile. In avanti, a destra giocherà Felipe Anderson, mentre a sinistra toccherà a Pedro. Centravanti, l’intramontabile Immobile.

Difesa: Romagnoli tornerà su alti livelli?

La difesa della Lazio, nonostante il restyling, continua a suscitare dubbi. Il dualismo tra Provedel e Maximiano potrebbe generare gli stessi danni dello scorso anno perchè nessuno dei due sembra ineccepibile. Il consiglio quindi è quello di prenderli a basso costo, magari con un altro portiere. In base alla griglia, quelli di Verona e Samp sembrano essere i migliori accoppiamenti. Non il massimo, ma sempre meglio di niente. Comunque, non svenatevi per loro.

In difesa l’unico difensore del pacchetto che potrebbe risultare interessante è Lazzari, ma l’ex Spal dovrà risolvere le sue amnesie difensive, diversamente i bonus che potrebbe portare saranno «mangiati» da una media voto horror. Di certo, non c’è da fidarsi né di Romagnoli, né di Casale, che potrebbero essere penalizzati oltremodo dalla difficoltà nell’applicare gli schemi difensivi di Sarri. Se volete puntarci è bene farlo come sesto-settimo slot non certo come possibili titolari.

Stesso discorso a sinistra dove Marusic e Hysaj non possono aspirare a niente più che a un «riempitivo» della rosa.

Gila, invece, partirà come quarto. Meglio riparlarne a gennaio per vedere se avrà scalato le gerarchie. Capitolo a parte merita Acerbi. Il centrale alla Lazio ha perso la titolarità. A questo punto o va in una big a fare la riserva o in una medio-piccola a giocare titolare. Solo in quest’ultimo caso potrebbe convenire, quindi non acquistatelo, prima di conoscere il suo destino.

Centrocampo: Luis Alberto separato in casa?

Nella Lazio c’è un caso Luis Alberto. Sarri ne avrebbe volentieri fatto a meno, ma lo spagnolo non si è mosso. Il fatto che rimanga da separato in casa non giova al suo status. Per questo è da prendere solo se verrà pagato poco. Discorso completamente opposto per Milinkovic-Savic che è il vero top player del fanta, ovvero giocatore da primo slot.

In mezzo a questi due si colloca Marcos Antonio, giocatore da ultimo slot che potrebbe regalare buoni voti, ma pochi bonus. Vecino potrebbe invece rivelarsi una sorpresa. L’uruguayano conosce perfettamente ciò che Sarri chiede e potrebbe rapidamente scalare le gerarchie. Venendo al reparto degli esterni, molto meglio puntare su Zaccagni che su Felipe Anderson. L’italiano ha un rendimento molto più conrtinuo. Basic e Cataldi, invece, sembrano destinati a rimanere come comprimari.

Attacco: Immobile e poi?

In attacco l’unico nome spendibile è quello di Immobile. Pedro infatti ha troppi problemi fisici e può essere preso al massimo come quinto-sesto attaccante in leghe numerose. Cancellieri al momento parte come vice-Immobile. Quindi o si prende per «coprire» Ciro o si attende gennaio per valutarlo con calma. Moro e Romero, invece, sembrano destinati alle briciole.

AGGIORNAMENTO A CHIUSURA MERCATO

La Lazio è l’unica squadra a non aver effettuato acquisti nella seconda metà di agosto. L’atteso terzino sinistro non è arrivato, quindi Marusic sarà di fatto il titolare della fascia mancina. Altra novità rispetto alle previsioni è l’attuale titolarità di Cataldi rispetto a Marcos Antonio.